La storia di Nena e Johanita

Ad aiutare questa piccola guerriera a sconfiggere il cancro, è arrivata un’amica molto speciale

Quando il papà di Johanita ha portato a casa la piccola Nena, tra le due è nato un amore a prima vista

Quando la piccola Johanita ha scoperto di avere un cancro al cervello, aveva soltanto 18 mesi. Da allora, per tre lunghi anni, la bimba, con il sostegno della sua famiglia, ha affrontato lunghe e dolorose terapie. Ma proprio il suo papà, ha pensato che l’arrivo di Nena, avrebbe dato una spinta in più a sua figlia per vincere la sua battaglia.

La storia di Nena e Johanita
Credit: Rumble Viral YouTube

Avere a che fare con un cagnolino, fa bene sia al corpo che, soprattutto, all’anima. La dimostrazione di quanto questo sia vero, sta nella storia della piccola Johanita.

Quando alla bimba, che vive insieme alla sua famiglia in Ecuador, è stato diagnosticato un tumore al cervello, aveva soltanto un anno e mezzo. Da allora, per i successivi tre anni, la piccola ha dovuto affrontare diverse operazioni chirurgiche e una serie infinita di radioterapie e chemioterapie.

L’aiuto e il sostegno costante della sua mamma, del suo papà e dei suoi due fratelli maggiori, sono stati per lei di un’importanza fondamentale. Il papà, pur di garantire le migliori cure alla bimba, ha addirittura affrontato due lavori molto faticosi.

La storia di Nena e Johanita
Credit: Rumble Viral YouTube

Lei, così piccola, ha fin da subito dimostrato di essere una giovane soldata molto coraggiosa e ha affrontato la sua battaglia come solo una guerriera è in grado di fare.

L’arrivo di Nena nella vita della piccola Johanita

Oggi, la bimba coraggiosa ha quattro anni e continua a combattere contro la sua brutta malattia. Dei miglioramenti ci sono stati, ma dopo così tanto tempo, la sua mamma e il suo papà avevano paura che iniziasse a stancarsi di lottare.

Da lì è nata nelle menti degli adorabili genitori l’idea di portare una ventata di aria fresca nella vita di Johanita. Un fedele scudiero che potesse dare coraggio e forza a quella bimba così dolce e forte allo stesso tempo.

La storia di Nena e Johanita
Credit: Rumble Viral YouTube

Consultando dei siti di adozioni di animali, il papà si è imbattuto nelle foto di una cucciola di Schnauzer di nome Nena che ha conquistato in un attimo il suo cuore. In men che non si dica è andato al rifugio e l’ha presa, per poi portarla a casa.

Quando Johanita ha visto per la prima volta la sua nuova amica a quattro zampe, il suo dolce visino si è illuminato di nuovo di vita e di speranza. Se volete vedere la reazione della bimba e i calorosi abbracci tra le due, potete farlo nel video qui sopra. Ma vi consigliamo di preparare dei fazzoletti per asciugare le lacrime.

Vi ricordate di quel gatto randagio che si presentò a casa di un fotografo in gravissime condizioni? Eccolo quattro anni dopo

Vi ricordate di quel gatto randagio che si presentò a casa di un fotografo in gravissime condizioni? Eccolo quattro anni dopo

Decide di adottare un nuovo cucciolo, senza rendersi conto che il suo alano doveva essere d'accordo

Decide di adottare un nuovo cucciolo, senza rendersi conto che il suo alano doveva essere d'accordo

Se il tuo cane ti lecca i piedi, ti sta mandando dei segnali

Se il tuo cane ti lecca i piedi, ti sta mandando dei segnali

Aggredita dai corvi e lasciata ferita e tremante in un angolo della strada: "Ha scattato una foto e se n'è andato"

Aggredita dai corvi e lasciata ferita e tremante in un angolo della strada: "Ha scattato una foto e se n'è andato"

Stava tornando a casa, quando ha visto quella piccola creatura rosa a terra, ancora viva. Inizialmente non riusciva a capire, ma poi ha deciso di portarla a casa

Stava tornando a casa, quando ha visto quella piccola creatura rosa a terra, ancora viva. Inizialmente non riusciva a capire, ma poi ha deciso di portarla a casa

Un cane che sa come svegliare il suo umano: ecco la sveglia di Grey

Un cane che sa come svegliare il suo umano: ecco la sveglia di Grey

Riportato indietro 3 volte, la triste storia di Bruno

Riportato indietro 3 volte, la triste storia di Bruno