Il salvataggio di Ralphie

“Ci hanno provato! Lo hanno gettato alla nostra porta, ma lui continuava a scodinzolare”

I volontari, quando hanno trovato Ralphie, non riuscivano a spiegarsi come avesse fatto a sopravvivere

Nelle ultime ore la storia del cane Ralphie si è diffusa sul web e sta letteralmente spezzando il cuore di migliaia di persone. Il povero cucciolo è arrivato al rifugio Capital Area Humane Society in condizioni pietose. I volontari lo hanno definito come uno dei peggiori casi mai visti nella loro struttura.

Il salvataggio di Ralphie
Credit: Capital Area Humane Society/Facebook

Ancora non riescono a spiegarsi come sia riuscito a sopravvivere in quelle condizioni. Era coperto dalla testa ai piedi di sporcizia, compresi i suoi stessi bisogni. Aveva diversi segni di punture su tutto il corpo e stava morendo di fame. I soccorritori riuscivano a contare ogni osso del suo corpo.

Dopo essere riusciti a conquistare la sua fiducia, impresa molto ardua visto ciò che aveva subito in passato per colpa di un altro essere umano, i volontari si sono prodigati a curarlo e a cercare di rimetterlo presto in sesto.

Quando Ralphie ha capito le loro buone intenzioni, si è lasciato andare. Nel profondo del suo cuore, sapeva di non avere nessun’altra alternativa.

La riabilitazione di Ralphie

Il salvataggio di Ralphie
Credit: Capital Area Humane Society/Facebook

Oggi, il povero cane maltrattato si trova ancora al rifugio e sta ancora percorrendo il suo lungo cammino verso una guarigione definitiva.

Si è stabilizzato, ma le sue condizioni sono ancora sotto stretta osservazione. Questo, per noi, è già un traguardo importante. Se consideriamo il suo stato di salute il giorno in cui è arrivato da noi, vederlo così, è già una grossa vittoria.

Oggi, quando ci vede ogni mattina, Ralphie inizia ad agitare la coda, ci riempie di baci e cerca perfino di reggersi sulle zampe posteriori, per farsi abbracciare.

Il salvataggio di Ralphie
Credit: Capital Area Humane Society/Facebook

I volontari hanno offerto una ricompensa di mille dollari per chiunque li aiuti a risalire al responsabile, capace di ridurre così male quel cagnolino.

Questo non può essere tollerato nella nostra comunità. È molto importante trovare il responsabile, per evitare che queste atrocità possano ripetersi ancora.

Il maltrattamento e l’abbandono di animali sono considerati dei veri e propri reati e, come tali, sono punibili ai sensi della legge. Per gesti come questi, i responsabili potrebbero essere puniti con la reclusione da 3 mesi ad un anno, o con una multa da 3mila a 15mila euro.

Rossano Calabro, gattini murati nel loro nascondiglio

Rossano Calabro, gattini murati nel loro nascondiglio

Hai visto dei segni di gesso bianco sulla porta? Il tuo cane potrebbe essere in pericolo

Hai visto dei segni di gesso bianco sulla porta? Il tuo cane potrebbe essere in pericolo

Cucciolo di 10 anni, portato per l'eutanasia dal veterinario che non se la sente e chiede aiuto a una volontaria: la storia di Holly

Cucciolo di 10 anni, portato per l'eutanasia dal veterinario che non se la sente e chiede aiuto a una volontaria: la storia di Holly

Ecco perché dovresti sempre mettere un cucchiaio di zucchero nel tuo giardino, prima di uscire di casa

Ecco perché dovresti sempre mettere un cucchiaio di zucchero nel tuo giardino, prima di uscire di casa

Il toelettatore non sapeva che le immagini riprese dalla telecamera di sicurezza sarebbero finite on line

Il toelettatore non sapeva che le immagini riprese dalla telecamera di sicurezza sarebbero finite on line

"Voglio che tutti voi vediate quello che succede, quando il nostro cagnolino cieco vuole scendere le scale": il video

"Voglio che tutti voi vediate quello che succede, quando il nostro cagnolino cieco vuole scendere le scale": il video

Cane coraggioso ferito per aver difeso i proprietari

Cane coraggioso ferito per aver difeso i proprietari