La brutta avventura di Nina

“Ciò che ha passato nei 7 anni lontana da casa, ci ha commossi profondamente”: il racconto dei volontari

LA terribile avventura di Nina, la cagnolina rubata e tornata a casa dopo ben 7 anni dalla sua scomparsa

La storia della cagnolina Nina è iniziata lo scorso 28 marzo, quando i volontari di due associazioni della Carolina del Sud, hanno collaborato per fare irruzione in una struttura per combattimenti di galli. I ragazzi hanno sequestrato circa 122 uccelli, ma da quel posto hanno portato via anche qualcun altro che non si aspettavano.

La brutta avventura di Nina
Credit: Carolina Waterfowl Rescue

Dopo aver ricevuto una chiamata dal dipartimento dello sceriffo, i soccorritori si sono recati sul posto e si sono messi al lavoro per sistemare gli uccelli sui loro mezzi.

Proprio quando erano pronti per partire e tornare al rifugio, hanno ricevuto una chiamata dagli altri volontari ancora sul posto. Avevano trovato un cane in gravi condizioni, incatenato ad un albero con una cuccia piena di cuccioli.

È subito saltata sul nostro camion. Era una dolce mamma e non vedeva l’ora di fuggire via da quel posto infernale.

La vera storia di Nina

La brutta avventura di Nina
Credit: Carolina Waterfowl Rescue

Dopo aver raggiunto il rifugio e fatto le dovute indagini, i volontari hanno scoperto la verità su quella cagnolina. Si chiamava Nina ed era stata rubata a dicembre del 2013, dal cortile della sua famiglia.

I suoi proprietari erano entrati in casa per bere un tè caldo, ma quando dopo pochi minuti sono tornati in giardino, si sono resi conto che la loro amata cagnolina era scomparsa. Da quel giorno, quelle persone hanno fatto tutto il possibile per cercare di trovarla. I giorni però sono diventati settimane, poi mesi e alla fine anni.

An Unexpected Reunion

Over a year ago, a family’s beloved dog was stolen from their home in South Carolina. The last thing our Animal Rescue Team thought they’d find at a cockfighting raid this past weekend was this sweet dog and her 10 puppies. Watch her rescue story and see her reunite with her family for the first time! — with Humane Society of Marlboro County

Posted by The Humane Society of the United States on Thursday, April 2, 2015
Credit video: The Humane Society of the United States – Facebook

Ciò che non sapevano, era che una donna di buon cuore aveva trovato la cucciola per strada, magra e affamata. Aveva deciso di portarla dal veterinario e poi di affidarla ad una brava famiglia. Una coppia con dei bambini, delle persone meravigliose. O almeno era ciò che credeva. Nina non andava d’accordo con l’altro suo cane, così la donna aveva optato per l’adozione.

Quella che sembrava una meravigliosa famiglia, negli anni ha trascurato e maltrattato la cagnolina, usandola per la produzione di cuccioli di razza. L’incubo di Nina è finito il giorno del raid delle associazioni.

Finalmente a casa

La brutta avventura di Nina
Credit: Carolina Waterfowl Rescue

I volontari hanno scoperto tutta la verità, dopo aver diffuso sui social un video di Nina. La sua prima proprietaria, April Morris ha chiamato i volontari e ha domandato loro se quel cane avesse due macchie bianche sulla parte posteriore del collo. Era la particolarità del suo amico a quattro zampe, che le era stato rubato così tanti anni fa e che sembrava proprio identico a quello nel video. Era proprio lei. Era Nina!

La cagnolina non aveva un microchip ma grazie alle due macchie bianche, dopo ben 7 anni, è riuscita a ritrovare la sua famiglia.

Oggi Nina e i cuccioli vivono a casa di April e l’associazione ha promesso loro che non appena saranno abbastanza grandi e non avranno più bisogno della loro mamma, li aiuteranno a trovare una famiglia per ognuno di loro.

Dopo il sesto cucciolo, accadde qualcosa...

Dopo il sesto cucciolo, accadde qualcosa...

Cucciolo ferito nella sparatoria torna a casa, ho pianto guardando il video

Cucciolo ferito nella sparatoria torna a casa, ho pianto guardando il video

Il Golden Retriever guarda nella culla e corre subito a chiamare la sua mamma

Il Golden Retriever guarda nella culla e corre subito a chiamare la sua mamma

Cagnolino malato e denutrito trovato per strada dai Carabinieri: rintracciato il proprietario. Ecco quanto ha dichiarato

Cagnolino malato e denutrito trovato per strada dai Carabinieri: rintracciato il proprietario. Ecco quanto ha dichiarato

Senzatetto lotta per sopravvivere per strada ma guardate cosa fa per il suo cucciolo, il video

Senzatetto lotta per sopravvivere per strada ma guardate cosa fa per il suo cucciolo, il video

ANCONA - Orrore in un allevamento, individuato un focolaio di Brucella canis: i Carabinieri lanciano l'allarme. Ecco cosa dovete fare

ANCONA - Orrore in un allevamento, individuato un focolaio di Brucella canis: i Carabinieri lanciano l'allarme. Ecco cosa dovete fare

La storia di Maximus, il cane più anziano del mondo

La storia di Maximus, il cane più anziano del mondo