come-accarezzare-un-gatto

Come accarezzare un gatto senza dargli fastidio: tutti i consigli

Scopriamo come accarezzare un gatto, rispettando le sue esigenze, la sua emotività e sensibilità

Non tutti i felini gradiscono le nostre coccole e dunque come accarezzare un gatto per renderlo, invece, felice, rilassato e calmo? 

Quando il gatto mostra disagio mentre lo tocchiamo, significa che non stiamo comprendendo le sue esigenze e non ci stiamo rapportando con l’animale nel modo giusto. 

Le reazioni del gatto alle coccole 

gatto-carezze

Sebbene a molti gatti piace essere accarezzati, per molti felini l’interazione umana è qualcosa che devono imparare pian piano, perché sono animali dall’indole indipendente. 

Quando si tratta di interazioni uomo-gatto, anche le caratteristiche caratteriali  del proprietario sono importanti. 

La nostra personalità, il fatto di essere donne o uomini – insieme al nostro modo di toccare il gatto e di curarlo nella quotidianità – influiscono nel modo in cui il felino risponde alle nostre coccole. 

Se  alcuni gatti reagiscono  in modo aggressivo a un’attenzione fisica indesiderata, altri possono semplicemente tollerare le nostre manifestazioni d’affetto. 

In quest’ultimo caso, il gatto però vuole ricevere in cambio cose che gli piacciono, come il cibo oppure una bella cuccia dove dormire. 

Inoltre, un gatto tollerante alle carezze non è necessariamente un gatto felice.

Gli esperti, infatti, ci dicono che spesso i livelli di stress più elevati sono evidenti proprio nei gatti  descritti dai loro proprietari come tolleranti al contatto fisico. 

Come accarezzare un gatto

Anche i felini non sono  animale domestico che in generale gradiscono senza problemi le coccole, possiamo imparare come accarezzare un gatto, per migliorare i rapporti d’affetto. 

La chiave del successo è far in modo che il gatto abbia il controllo durante le interazioni con il suo padrone. 

Deve essere il tuo cucciolo a farti capire dove gradisce essere accarezzato  e per quanto tempo, anche se questo approccio è meno istintivo per noi umani. 

Il proprietario deve imparare, dunque, ad avere maggiore autocontrollo quando coccola il gatto. 

È  molto importante prestare molta attenzione anche al comportamento e alla postura del gatto durante le interazioni.

In questo modo, possiamo capire se in quel momento si trova a suo agio. 

In generale, il gatto apprezza di più coccole brevi, piuttosto che molto prolungate. 

Comprendi il loro linguaggio del corpo

coccole-gatto

Per imparare come accarezzare un gatto è importante riuscire a interpretare il loro linguaggio del corpo. 

Se il gatto si avvicina a te e miagola potrebbe essere un segno di affetto o, più probabilmente, potrebbe essere una richiesta di cibo, di  gioco o di uscire.

Invece, il messaggio più comune e di facile interpretazione che il tuo gattino vuole un po’ di affetto è quando si strofina contro la tua gamba o si appoggia a te mentre ti siedi.

Ma ecco un elenco per comprendere meglio lo stato d’animo del tuo gatto e dunque valutare se apprezza le tue carezze oppure no.  

I segni di gioia del gatto

• Coda tenuta in posizione verticale, mentre il gatto si avvicina al proprietario;

• Se fa le fusa e impasta  le zampe anteriori;

• Il gatto  agita la coda delicatamente mentre tiene le zampette anteriori in aria; 

• Quando assume una postura rilassata e ha un’espressione del viso, orecchie dritte e puntate in avanti.

• Il gatto può darti una leggera spinta con le zampette se ti fermi mentre lo accarezzi. 

Segni di antipatia o tensione

• Se continua a spostarsi da te; 

• Quando il gatto rimanere passivo, fermo; 

• Sbattere le palpebre, scuotere la testa o il corpo o leccarsi il naso

• Se inizia a pulirsi il corpo con la lingua velocemente;

• Il gatto può sbattere la coda molto velocemente; 

• Orecchie che si appiattiscono ai lati o ruotano all’indietro; 

• Un brusco e improvviso giro della testa quando avvicini la tua mano;

• Mordere, strusciare o battere la tua mano con la zampa.

Stai calma e rilassata quando tocchi il gatto 

gattino-toccare

I gatti si sentono minacciati da movimenti improvvisi e azioni aggressive. Muoviti, dunque, lentamente intorno al gatto, per far in modo che si abitui alla tua presenza. 

Inoltre, quando tenti di accarezzare un gatto, anche se i suoi occhi sono teneri e bellissimi, non fissarli. 

I felini non apprezzano gli sguardi intensi da parte degli umani e potrebbero, per questo motivo,  non voler  interagire con te.

Per farti apprezzare dal gatto, sbatti lentamente gli occhi verso di il felino e lui sarà più propenso ad essere avvicinato. 

Dove toccare il gatto 

Come accarezzare un gatto? Scegli il punto giusto del suo corpo. 

Come guida generale, i gatti più amichevoli apprezzeranno essere toccati nelle regioni in cui si trovano le loro ghiandole facciali, compresa la base delle orecchie, sotto il mento e intorno alle guance. 

Le zone da evitare sono la pancia e  la base della coda. 

Gli sfregamenti della pancia mettono a disagio i gatti, che possono sentirsi vulnerabili quando vengono posti in determinate posizioni, dunque con la schiena a terra. 

In questa posizione i felini potrebbero spaventarsi o sentirsi insicuri. 

Se il tuo gatto non ha ancora imparato che non intendi fargli del male e che stai semplicemente mostrando affetto, potrebbe anche reagire in modo aggressivo a qualsiasi tocco indesiderato.

Concentrati, invece, sulle ghiandole olfattive, perché i gatti sono animali  territoriali, diffondono il loro odore nel loro ambiente, sui loro cari e altri animali. 

Questa cosa  li fa sentire al sicuro, protetti e contenti. 

Cerca di comprendere quando è il momento di fermarti 

carezze-gatti

Sebbene i gatti piace essere coccolati dai loro proprietari, quando hanno raggiunto l’armonia affettiva, possono anche stancarsi facilmente.

È meglio fare attenzione ai messaggi del tuo cucciolo, per capire quando è il momento di lasciarlo da solo. 

Quando è stanco delle carezze, il tuo gattino può agitarsi, sibilare, appiattire le orecchie sulla testa o persino graffiare la tua mano se non ti allontani abbastanza velocemente. 

Se noti uno di questi comportamenti, concedi semplicemente al tuo gatto un po ‘di tempo per la sua solitudine. 

Accarezza sempre il tuo gatto con un tocco leggero

Non esiste un modo preciso per accarezzare un gatto. 

Ogni gatto è diverso e, sebbene alcuni possano preferire uno sfregamento più deciso di altri, è meglio evitare di sbagliare per evitare reazioni avverse. 

In caso di dubbio, mantieni sempre un tocco leggero ed evita di strofinare il pelo  nel modo sbagliato.

Ecco perché dovresti sempre mettere un cucchiaio di zucchero nel tuo giardino, prima di uscire di casa

Ecco perché dovresti sempre mettere un cucchiaio di zucchero nel tuo giardino, prima di uscire di casa

Il primo lettino di Freddie

Il primo lettino di Freddie

È morta Peggy: lo straziante post d'addio della sua mamma

È morta Peggy: lo straziante post d'addio della sua mamma

Il Golden Retriever guarda nella culla e corre subito a chiamare la sua mamma

Il Golden Retriever guarda nella culla e corre subito a chiamare la sua mamma

Il nuovo Hachiko

Il nuovo Hachiko

La trasformazione di Niya

La trasformazione di Niya

Orsa liberata dopo 20 anni chiusa in una gabbia. La reazione di Ina ha fatto piangere moltissime persone

Orsa liberata dopo 20 anni chiusa in una gabbia. La reazione di Ina ha fatto piangere moltissime persone