Elina Walsh

Elina Walsh e il salvataggio del ragno senza zampe

Ragno senza zampe trovato e salvato da una donna di nome Elina Walsh: la sua trasformazione dopo quattro settimane è incredibile

La protagonista di questa storia è una donna di nome Elina Walsh. Una mattina, durante la sua passeggiata quotidiana, ha notato qualcosa su un muro. Qualcosa che si muoveva, qualcosa di molto strano. Dopo essersi avvicinata abbastanza, Elina si è resa conto che si trattava di un povero ragno senza zampe. Ne aveva soltanto due, probabilmente a seguito di qualche incidente e cercava di muoversi con difficoltà.

Elina Walsh
Credit Photo: peggy.the.2leggy – Instagram

Ero piuttosto scossa. Era un ragno, ma sapevo che in quelle condizioni le possibilità di sopravvivenza erano davvero scarse. Vedevo quanto faticava nel muoversi e ho pensato a come avrebbe fatto per nutrirsi, per catturare la sua preda. Era impossibile. Così ho deciso di aiutarlo.

Elina ha portato il ragno a casa, al sicuro dai pericoli, ed ha deciso di battezzarlo ‘Peggy‘.

Dopo un’accurata ricerca su internet, ho scoperto che Peggy aveva ancora speranza, perché gli arti dei ragni hanno la capacità di ricrescere, di rigenerarsi.

Elina Walsh
Credit Photo: peggy.the.2leggy – Instagram

Il povero ragno aveva soltanto bisogno di stare al sicuro e di essere aiutato nella caccia, poi sarebbe tornato a condurre una vita normale. Elina era il suo angelo apparso proprio nel momento giusto.

Anche senza zampe, aveva una grande voglia di vivere. Non riuscivo a credere di aver salvato proprio un ragno!

Per settimane la donna ha nutrito Peggy e si è presa cura di lui e, man mano, il suo corpo ha iniziato a trasformarsi.

So che è impossibile da credere, i ragni non sono in grado di avere un legame, ma sono certa che si sia affezionato a me. E io mi sono affezionato a lui.

Peggy dopo le cure di Elina Walsh

Elina Walsh
Credit Photo: peggy.the.2leggy – Instagram

Dopo ben 4 settimane, tutte le zampe del ragno sono ricresciute. Elina ha deciso di tenerlo ancora con se, finché non sarà abbastanza grande e abbastanza forte per sopravvivere nel suo habitat naturale.

È bello sapere che si può aiutare un animale. Spero che la storia di Peggy mostri un lato dei ragni che probabilmente nessuno ha mai visto prima.

Walsh ha creato anche una pagina Instagram dedicata al ragno, dove ogni giorno condivide video e immagini di Peggy. Ha già raggiunto più di 4 mila follower!

Cane abbandonato in strada chiede aiuto al finestrino

Come sorprendersi delle cose più semplici, che gesto

Deneres, la randagia che ogni giorno si presenta al bar in cerca di cibo

Se il tuo cane ti lecca i piedi, ti sta mandando dei segnali

Il cane Pulce liberato dopo anni di prigionia

Regina Elisabetta, la ladra di pizza

È morto Lucky, il cane trovato in un cassonetto a Terricciola