Far accettare un nuovo gatto al cane: tutti gli step

L'arrivo di un nuovo animale può far paura a Fido: ecco allora tutti gli step per riuscire a far accettare un nuovo gatto al nostro cane

Home > Animali > Far accettare un nuovo gatto al cane: tutti gli step

E alla fine è successo, avete ceduto: avete adottato un micio e ora non sapete proprio come fare a presentarlo a lui, al vostro Fido. Non temete: esistono tanti modi per far accettare un nuovo gatto al cane, anche se lui finora è stato unico “proprietario” delle vostre coccole e attenzioni.

Prima di cominciare, però, occorre che ricordiate che il modo migliore per far conoscere i vostri animali è quelli di introdurli lentamente l’uno nel mondo dell’altro e di continuare con determinazione anche se i primi incontri non saranno esattamente esaltanti.

Prepararli a prepararsi: separazione e adattamento

Se il vostro cane non conosce i comandi “seduto” e “fermo” sarebbe bene che iniziasse a impararli prima di conoscere il gatto: fategli fare un po’ di allenamento e preparatevi a trattenerlo, specie se è di grosse dimensioni.

Per quanto riguarda il gatto, dedicategli uno spazio che il cane non dovrà invadere, almeno all’inizio. Questo darà al micio la possibilità di adattarsi alla sua nuova casa e a voi (chiaramente non dovete lasciarlo chiuso lì dentro, dovete interagirci e coccolarlo), senza avere subito a che fare con il vostro cane.

Chiaramente entrambi sentiranno i rispettivi odori: questo sarà già il primo passo per abituarsi alla reciproca presenza e un ottimo modo per farli convivere in maniera serena.

Il cibo? La chiave per farli innamorare

Il vostro cane ha bisogno di associare la presenza del gatto a qualcosa di positivo: e che c’è di più positivo del cibo? Per farli socializzare usate due stanze separate da una porta e mettete le ciotole ognuna su un lato. La porta (non trasparente) li terrà distanti ma farà percepire loro gli odori reciproci, oltre che quelli delle rispettive pappe.

Se il cane comincia a scalpitare o ad abbaiare alla porta, correggetelo con un “no” severo ma calmo e spostate la ciotola un po’ più in la, provando ad avvicinarla gradualmente alla porta di pasto in pasto.

Se già dai primi pasti saranno entrambi piuttosto calmi, fate un altro passo: con un panno accarezzate il gatto, con un altro il cane. Mettete il panno con l’odore del cane vicino alla ciotola del gatto e viceversa, così potranno “sentirsi” più intensamente e associarsi a qualcosa di piacevole.

Portate il cane a conoscere l’habitat dell’altro

Curandovi di tenerli ancora separati, cercate di fare conoscere ai vostri animali quella che è la stanza dell’altro. Per far convivere cane e gatto infatti occorre che entrambi conoscano le “zone limite”.

Tenendo il gatto altrove, dunque, fate fare un giro al cane nella sua stanza e fategli conoscere i suoi giochi. Stessa cosa vale per il gatto: chiudiamo il nostro Fido in una stanza (o mandiamolo a fare una passeggiata con qualcuno) e facciamo in modo che il micio conosca la cuccia, il cuscino e tutti i posti dove il cane ama stare.

Frattanto cerchiamo anche di abituare il gatto a stare dentro una sua cuccia chiusa che non sia lo stesso trasportino con cui è arrivato a casa o con cui lo avete portato dal veterinario, ma un luogo che lo fa sentire sicuro, dove magari inizierà a dormire.

Far accettare un nuovo gatto al cane: l’incontro

A questo punto è il momento di farli incontrare! Tenete il cane al guinzaglio e mettete il gatto dentro la sua cuccia chiusa. Cercate di rilassarvi, o entrambi avvertiranno la vostra tensione. Dopodiché, fate avvicinare il cane al suo nuovo amico a quattro zampe.

Magari la primissima volta saranno entrambi irrequieti, ma non demordete: provate più di una volta a farli incontrare in questo modo tenendo presente che potreste doverli tenere separati anche un mese. Per facilitare le cose, parlate ad entrambi cercando di rassicurarli.

Quando inizieranno a comportarsi bene e il cane sembrerà più rilassato, aumentate la frequenza degli incontri: da un’annusatina a due al giorno, fino ad arrivare a cinque, intervallate da qualche ora.

Ancora due passi per una serena convivenza

I vostri animali sembrano essere tranquilli? Allora è il momento di aprire la cuccia durante gli incontri. Questo sarà il primo dei due passi da seguire per rendere entrambi sereni: il secondo sarà togliere il guinzaglio a Fido.

Chiaramente il guinzaglio andrà tolto solo quando il gatto sarà tranquillo e il cane imparerà a non inseguirlo. A questo punto i due animali saranno pronti e voi potrete essere fieri: siete riusciti a far accettare un nuovo gatto al cane!

Consiglio finale per una famiglia multi-pet

Con i vostri due animali potete fare davvero qualsiasi cosa: giocare, dormire, viaggiare in auto e chi più ne ha più ne metta. Insomma, finché siete presenti, va tutto bene.

Quello che però dobbiamo raccomandarvi è di tenerli separati quando non ci siete almeno per un altro mese dopo averli fatti conoscere, specie se il cane è di taglia grande. Giocando, infatti, può far paura al gatto e quest’ultimo può innervosirsi e graffiare. Questo vanificherebbe tutti i vostri sforzi!