Golden Retriever salva gattino

Golden Retriever trova un gattino bisognoso e lo porta a casa sua

Proprietario vede il suo Golden Retriever tornare a casa con qualcosa in bocca: era un gattino in fin di vita

Il video di oggi, è diventato virale sul web lo scorso dicembre. La prima immagine che vediamo, è quella di un Golden Retriever che cammina con un gattino in bocca. Perché lo tiene così stretto tra i suoi denti? Questo è il primo pensiero di ogni utente, convinto che per natura cane e gatto siano nemici. Non è affatto ciò che è accaduto.

Golden Retriever salva gattino
Credit: YouTube / Viral Paws

Quando il cagnolone ha visto il micino in difficoltà, ha capito che non poteva lasciarlo morire per strada. Probabilmente qualcuno lo aveva abbandonato o la sua mamma lo aveva rifiutato. Nel filmato si vede il cane che continua a camminare, fino a raggiungere la sua abitazione. Un volta aperta la porta, l’animale adagia teneramente il suo nuovo e piccolo amico peloso, sul morbido tappeto e poi guarda il suo proprietario.

In quel momento, ha affidato a lui il compito di completare il suo salvataggio:

Io ho fatto la mia parte, ora tu fai la tua.

Il video del Golden Retriever

Credit: YouTube / Viral Paws

Di fronte all’eroico gesto del suo fedele Fido, l’uomo raccoglie il gattino e, come si vede dalle immagini, inizia a nutrirlo con il biberon. Era magro e stava morendo di fame.

Golden Retriever salva gattino
Credit: YouTube / Viral Paws

Grazie alle cure quotidiane della famiglia del Golden Retriever, presto il gattino è tornato a stare bene ed ha instaurato con il cane un legame speciale!

Ricordatevi che cane e gatto non si odiano, non sono nemici e se si insegna loro a convivere sotto lo stesso tetto, nessuno potrà mai dividere il loro legame, più forte di quello che si va a creare tra individui della stessa specie.

Golden Retriever salva gattino
Credit: YouTube / Viral Paws

Perché in natura però queste due specie sono solite attaccarsi? Secondo gli esperti questo è dovuto dai loro istinti predatori e dalla loro difficoltà nella comunicazione.