La storia di Jack e Margory

Jack e Margory, una storia d’amore che è entrata nel cuore dell’intero web

La storia di un'anziana signora di nome Margory e di un cane di nome Jack: entrambi rimasti soli

Jack e Margory, una storia d’amore che è entrata nel cuore dell’intero web. La donna di 96 anni ha perso il suo amico a quattro zampe durante il primo periodo di emergenza sanitaria e da quel momento non ha più voluto accogliere in casa altri animali. Il destino però aveva altri programmi per lei.

La storia di Jack e Margory

Il povero Jack, un cane anziano, ha perso il suo proprietario e vista la sua età, i volontari erano certi che non avrebbe mai trovato una famiglia e che sarebbe morto nel box del rifugio.

Quando Margory è venuta a conoscenza della sua situazione, non è riuscita a rimanere indifferente. Lei aveva perso il suo fedele compagno e quel cane anziano aveva perso il suo amato proprietario. Era un segno del destino, si sarebbero completati e avrebbero trovato la forza di andare avanti, insieme.

La storia di Jack e Margory

Ho avuto cani per la maggior parte della mia vita. Quando ho visto Jack sul sito dell’associazione Dogs Trust, ho capito immediatamente che era il cane adatto a me. Quando ho scoperto che era un cane anziano ero ancora più sicura di dovermene prendere cura perché non poteva passare l’ultima parte della sua vita in un canile.

La nuova vita di Jack e Margory

Oggi Jack e Margory vivono insieme e tra loro si è instaurato un legame speciale, proprio come aveva previsto l’anziana nonnina. Si completano a vicenda e condividono ogni cosa.

Tutti i giorni escono a fare delle lunghe e gratificanti passeggiate e la cosa fa bene ad entrambi. La donna ha voluto far raccontare la sua storia attraverso i social network, per sollecitare le persone ad adottare i cani anziani.

La storia di Jack e Margory

Animali come Jack, purtroppo, vengono abbandonati dalle proprie famiglie, proprio perché ormai vecchi e poi si ritrovano chiusi nei canili. Quando gli adottanti scelgono di adottare un cane, di certo non rivolgono lo sguardo a un animale anziano, che non gioca e socializza come un cucciolo e che non ha tanti anni di vita davanti. Tanti cani come Jack trascorrono la fine nella loro vita chiusi in una gabbia e questo è davvero molto triste.