La storia di Darco

La storia di Darco: etichettato come cane pericoloso da una famiglia

Prima hanno adottato Darco e poi lo hanno riportato al rifugio affermando che fosse pericoloso

Darco è un mix di Labrador Retriever, che non ha avuto una vita molto fortunata. Come tutti i cani salvati dalla strada, questo cucciolone dal pelo nero non voleva altro che amore. Un giorno, qualcosa nella sua vita è cambiato. Una donna di nome Daniella Bizzoco è entrata nel rifugio ed ha deciso di adottarlo.

I due hanno instaurato sin da subito un rapporto speciale e non c’era nulla che Daniela desiderasse di più dell’ufficializzare l’adozione per sempre. Purtroppo, a causa del suo lavoro, la donna si è dovuta trasferire a New York e nonostante abbia fatto di tutto, non è riuscita a trovare una casa che permettesse di ospitare anche un cane.

La storia di Darco
Credit: Daniella Bizzoco Facebook

Era dolcissimo e affettuosissimo. Lo abbiamo avuto con noi per due mesi. Due mesi sufficienti a farci innamorare di lui.

Daniela non aveva alcuna intenzione di riportarlo al rifugio, così si è messa a cercare una famiglia disposta ad aprirgli le porte della propria casa. Dopo pochi giorni, la donna è riuscita a trovare le persone perfette. Erano gentili e sembravano proprio i padroni giusti per il suo cane.

Per il primo periodo, dopo l’affidamento di Darco, la famiglia ha continuato ad inviare foto ed aggiornamenti a Daniela. Poi un giorno, è accaduto qualcosa di inaspettato.

La storia di Darco
Credit: Daniella Bizzoco Facebook

Quelle persone così apparentemente perfette, avevano deciso di riportare il cane al rifugio, sostenendo che c’erano stati degli “incidenti“. Non hanno fornito altri dettagli, ma è stato chiaro ai volontari che Darco aveva morso qualcuno.

Purtroppo, a seguito dell’episodio, il cucciolo è stato etichettato come cane pericoloso.

La lotta di Daniela per salvare Darco

Credit: WUSA9 – YouTube

Quando Daniela è venuta a sapere del provvedimento giudiziario, ha fatto il possibile per impedire che capitasse il peggio. Conosceva Darco ed era certa che non avrebbe mai morso nessuno.

Ha implorato la famiglia di cambiare idea e ha detto loro che sua nonna lo avrebbe accolto volentieri. Ma quelle persone hanno comunque scelto di testimoniare contro l’animale.

La storia di Darco
Credit: Daniella Bizzoco Facebook

Il dottor Ed Marits, direttore della Second Chance Animal Rescue, quando ha saputo della storia di Draco, ha cercato in ogni modo di evidenziare la sua etichetta errata.

Tutti i cani possono avere ‘comportamenti da cucciolo’ fino a tre o quattro anni. Un normale cane da compagnia morderà in qualsiasi momento se viene fatto qualcosa che in qualche modo provoca una reazione del cane.

L’uomo ha pubblicato numerosi post sui social, esortando altri amanti dei cani ad aiutare in ogni modo possibile. Fortunatamente, migliaia di utenti hanno cercato idee in aiuto di Darco. Non è chiaro se tutto questo supporto alla fine sarà sufficiente, ma Daniela si rifiuta di arrendersi.

Il salvataggio di Timmy, un cucciolo di sole 8 settimane

Il gesto di Polo per la piccola Viviana

Poly la cagnolina cieca abbandonata su una panchina

Il cane Leo e la sua mamma Maddie, una coppia che ha salvato 100 gattini

Ha trascinato il suo cane per 3 km: la condanna esemplare di Roger Owens

Leia, la cagnolina aspetta davanti alla porta il papà che torna dall'ospedale

Donna sorprende suo marito a letto con una bionda