La scomparsa di Zelda

La triste fine dell’amicizia tra la cagnolina Zelda e il suo papà Lee

L'amicizia tra Zelda e il suo papà umano durava da 10 anni, poi un giorno è arrivata una tragica notizia

Quando qualcuno pensa che il rapporto tra un uomo e un cane non possa essere speciale, sarebbe bene che leggesse la storia dell’amicizia tra Zelda e il suo padroncino Lee. I due sono stati amici per 10 anni. Insieme hanno condiviso mille avventure e hanno superato altrettante difficoltà, fino a quando Lee non ha fatto una tragica scoperta.

La scomparsa di Zelda
Credit: Lee Thomas-Palmer

La vita per un uomo di nome Lee Thomas procedeva regolarmente. Una vita felice insieme alla sua amata cagnolina. Il mondo è crollato improvvisamente quando l’uomo ha portato la cagnetta dal veterinario.

Dopo averla visitata ed averle fatto una radiografia, il dottore ha dato a Lee una notizia che lo ha sconvolto totalmente. Zelda aveva un tumore e le erano rimasti soltanto pochi giorni di vita. L’età avanzata della cagnetta, ha affermato il veterinario, non le avrebbe permesso di superare la malattia o di affrontare un’operazione. Tutto ciò che gli era rimasto da fare, era sopprimerla, per evitare che soffrisse.

La scomparsa di Zelda
Credit: Lee Thomas-Palmer

In un ora mi è crollato il mondo addosso. Ricordo il viaggio per tornare a casa con una tristezza infinita. Vedevo lei nel sedile posteriore che, paradossalmente, aveva un’espressione coraggiosa. Non riuscivo a farmene una ragione. Lei era la mia compagna di vita, insieme avevamo affrontato tutto. Le separazioni, i traslochi, i licenziamenti a lavoro, le mille vacanze… in ogni occasione, lei è stata sempre al mio fianco e da lì a poco sarebbe finito tutto. Ero disperato.

L’ultimo giorno di Zelda

La scomparsa di Zelda
Credit: Lee Thomas-Palmer

Più si avvicinava il giorno in cui Zelda sarebbe partita per il suo lungo ultimo viaggio, più Lee Thomas era affranto. Ha cercato di vivere con lei le ultime esperienza, di farle un ultimo regalo e di starle il più vicino possibile, fino a quando non è arrivato il fatidico e doloroso momento.

Prima di entrare nello studio del veterinario mi sono seduto sul marciapiede ed ho pianto per venti minuti. Era arrivato il momento più brutto della mia vita.

Dopo aver trovato il coraggio, Lee e Zelda sono entrati nello studio. Il veterinario li ha fatti accomodare in una stanzetta e ha spiegato a Lee tutti i processi che l’operazione prevedeva. Poi il medico ha proceduto con le iniezioni che hanno fatto smettere Zelda di soffrire.

Credit video: forumclinica – YouTube

Mi sono steso accanto a lei, ho visto le sue palpebre fermarsi e ho sentito il suo cuore smettere di battere. È stato straziante. Ho sperato fino alla fine che si rialzasse e tutto tornasse come prima, ma non sarebbe mai accaduto.

Dentro una valigia c'era un povero cane che aveva fatto di tutto per scappare

Dentro una valigia c'era un povero cane che aveva fatto di tutto per scappare

Ha percorso chilometri con quella cagnolina inerme in braccio per raggiungere la clinica e implorare i medici di aiutarlo

Ha percorso chilometri con quella cagnolina inerme in braccio per raggiungere la clinica e implorare i medici di aiutarlo

Rossano Calabro, gattini murati nel loro nascondiglio

Rossano Calabro, gattini murati nel loro nascondiglio

Il toelettatore non sapeva che le immagini riprese dalla telecamera di sicurezza sarebbero finite on line

Il toelettatore non sapeva che le immagini riprese dalla telecamera di sicurezza sarebbero finite on line

Ecco perché dovresti sempre mettere un cucchiaio di zucchero nel tuo giardino, prima di uscire di casa

Ecco perché dovresti sempre mettere un cucchiaio di zucchero nel tuo giardino, prima di uscire di casa

Cucciolo di 10 anni, portato per l'eutanasia dal veterinario che non se la sente e chiede aiuto a una volontaria: la storia di Holly

Cucciolo di 10 anni, portato per l'eutanasia dal veterinario che non se la sente e chiede aiuto a una volontaria: la storia di Holly

Cucciolo nato con un occhio, due lingue e senza naso

Cucciolo nato con un occhio, due lingue e senza naso