La triste storia di Brighe

Le sue condizioni sono ancora critiche, ma il veterinario si rifiuta di arrendersi, proprio come il cagnolino

Quando hanno trovato Brighe che vagava in strada, faceva fatica a reggersi in piedi

Le immagini del cane Brighe, spezzerebbero il cuore di chiunque. Quando una famiglia del Kansas lo ha trovato, era talmente magro che non riusciva nemmeno a stare in piedi da solo. Qualcuno lo aveva ridotto in quelle condizioni, privandolo probabilmente di cibo per tanto tempo e lo aveva poi gettato per strada.

La  triste storia di Brighe
Credit: Pawsitive Tails Dog Rescue / Facebook

I soccorritori lo guardavano con le lacrime agli occhi. Le sue condizioni erano così critiche, che erano convinti che non ce l’avrebbe mai potuta fare. Dopo averlo caricato sulla loro auto, quelle persone lo hanno portato alla clinica veterinaria della città.

Quando il team medico ha visto Brighe, è rimasto sconvolto. Non avevano mai preso in cura un cane ridotto in quelle condizioni. Hanno deciso di ricoverarlo immediatamente nel reparto di terapia intensiva e di sottoporlo alle cure necessarie.

La triste storia di Brighe
Credit: Pawsitive Tails Dog Rescue / Facebook

Nonostante gli orrori e gli abusi che aveva subito, nonostante ciò che un altro essere umano gli aveva fatto, il cagnolino con le ossa sporgenti continuava a sorridere e cercava di baciare chiunque si avvicinava a lui.

I volontari hanno deciso di chiamarlo Brighe, perché questo nome tradotto vuol dire forza e potere. La forza che questo guerriero sta mostrando quotidianamente dal giorno del suo salvataggio.

Come sta oggi il cagnolino Brighe

Oggi questo cucciolo si trova ancora ricoverato all’interno della clinica veterinaria. Purtroppo le sue condizioni sono ancora critiche e le sue analisi del sangue non sono promettenti. Ma lui continua a lottare e a mostrare ogni giorno dei miglioramenti.

Il veterinario non ha intenzione di smettere di lottare e anche se adesso deve alimentare il cucciolo con un tubo, è convinto che presto si alzerà di nuovo sulle sue zampe.

La triste storia di Brighe
Credit: Pawsitive Tails Dog Rescue / Facebook

La storia di questo cagnolino ha commosso l’intero mondo del web e le sue immagini si sono diffuse su Facebook nel giro di pochi giorni. Migliaia di persone hanno inviato a Brighe il proprio supporto e ogni giorno chiedono informazioni su di lui. Per questo, i volontari pubblicano spesso aggiornamenti, mostrandosi ottimisti sul futuro del cucciolo.

Noi non vediamo l’ora di vederlo correre e scodinzolare felice all’interno della clinica veterinaria. E ci auguriamo che il karma faccia presto il suo lavoro nei confronti di coloro che lo hanno ridotto così.

Aggredita dai corvi e lasciata ferita e tremante in un angolo della strada: "Ha scattato una foto e se n'è andato"

Aggredita dai corvi e lasciata ferita e tremante in un angolo della strada: "Ha scattato una foto e se n'è andato"

Il gatto sale o scende le scale? Scopri come affronti i problemi

Il gatto sale o scende le scale? Scopri come affronti i problemi

Stava tornando a casa, quando ha visto quella piccola creatura rosa a terra, ancora viva. Inizialmente non riusciva a capire, ma poi ha deciso di portarla a casa

Stava tornando a casa, quando ha visto quella piccola creatura rosa a terra, ancora viva. Inizialmente non riusciva a capire, ma poi ha deciso di portarla a casa

Dopo la morte del suo proprietario, lo hanno caricato sul loro mezzo e lo hanno trascinato al rifugio. I volontari non potevano accettare un cane di proprietà, così hanno deciso di compiere un gesto ancora più meschino

Dopo la morte del suo proprietario, lo hanno caricato sul loro mezzo e lo hanno trascinato al rifugio. I volontari non potevano accettare un cane di proprietà, così hanno deciso di compiere un gesto ancora più meschino

Come liberarsi delle formiche in modo naturale

Come liberarsi delle formiche in modo naturale

Riportato indietro 3 volte, la triste storia di Bruno

Riportato indietro 3 volte, la triste storia di Bruno

Lo ha abbandonato sostenendo di non avere i soldi per le cure. Ora che ha scoperto che sta bene, pretende di riaverlo

Lo ha abbandonato sostenendo di non avere i soldi per le cure. Ora che ha scoperto che sta bene, pretende di riaverlo