Il lieto fine di Margot

Margot, la cagnolina quasi uccisa di botte: finalmente è arrivato il suo lieto fine

Margot ha cercato riparo tra i residenti, ma qualcuno non ha gradito la sua presenza e ha così deciso di sbarazzarsi di lei: la storia

Questa è la storia di Margot, una cagnolina randagia che dopo tanta sofferenza, ha trovato il suo lieto fine.

Il lieto fine di Margot

Qualche essere crudele si è divertito a prenderla a calci, con una tale violenza da ridurre la sua milza in gravi condizioni, tanto che il veterinario è stato costretto ad asportarla.

Quella stessa mano ha ucciso anche i cuccioli che portava in grembo, le ha danneggiato l’intestino e per finire l’ha presa a bastone in testa.

Il lieto fine di Margot

Come può un essere umano arrivare a tanto? Come può quasi uccidere di botte una cagnolina dolce ed amorevole come Margot? Purtroppo questa è una domanda che mai troverà una risposta. C’è chi continua a chiamarle bestie, ma qui l’unica vera bestia è l’uomo.

Fortunatamente, i volontari dell’Oipa di Napoli, Organizzazione Internazionale Protezione Animali, sono intervenuti in soccorso della povera cucciola.

Dopo essere stata salvata dalla strada, Margot è rimasta ricoverata per molto tempo, potendo contare sull’amore di tutti coloro che l’hanno accompagnata per tutto il periodo della sua riabilitazione. Grazie alla sua voglia di vivere, è scampata alla morte.

Margot dopo l’abbandono della sua famiglia, ha cercato riparo tra i residenti. Qualcuno le ha dato da mangiare, qualcuno l’ha coccolata, ma a qualcun altro la sua presenza non andava proprio giù.

La nuova vita di Margot

Oggi, grazie ai meravigliosi volontari, la cagnolina è tornata a stare bene. Non solo, è stata adottata da una famiglia amorevole e vive anche con altri amici a quattro zampe! Dopo tanta sofferenza, ha trovato il lieto fine!

Il lieto fine di Margot

Forse Margot non dimenticherà mai quelle botte e tutto quel male, ma le sue ferite stanno guarendo grazie all’amore e ciò che conta è che adesso non dovrà più avere paura di essere abbandonata di nuovo per strada o picchiata da un altro essere umano.

Un ringraziamento a tutti coloro che hanno fatto sì che questa cucciola realizzasse il suo sogno più grande, quello di essere amata.