La nuova vita di Smiley

Smiley abbandonato perché c’era un bimbo in famiglia in arrivo

La sua famiglia lo ha portato in un rifugio kill perché la sua proprietaria era rimasta incinta: il salvataggio all'ultimo minuto di Smiley

Il protagonista della storia che vi raccontiamo oggi si chiama Smiley ed è un dolcissimo cagnolino di razza pitbull. Lui era stato abbandonato dalla sua famiglia in un rifugio, poiché in casa stava per arrivare un bambino. E quelle persone erano convinte che il cucciolo non poteva convivere con un neonato. Il problema, era che il rifugio in cui era stato lasciato lo aveva inserito nella lista per l’eutanasia.

La nuova vita di Smiley

Purtroppo i pregiudizi a volte governano il mondo. Soprattutto quando si parla di cani, specie di razza pitbull. Loro vengono spesso considerati troppo aggressivi e non in grado di convivere con bambini piccoli.

Nulla di più sbagliato. Perché la maggior parte dei pitbull del mondo sono in grado di donare tantissimo amore, proprio come qualsiasi altra razza di cane.

Purtroppo l’ex famiglia di Smiley non la pensava così e quando hanno scoperto che presto sarebbe arrivato un bebè in casa, hanno scaricato il cucciolo nel rifugio della loro città.

Dopo alcuni mesi, in cui i volontari hanno sperato inutilmente che una famiglia lo adottasse, lo hanno inserito nella lista per l’eutanasia. Ma prima, hanno deciso di fare un ultimo tentativo e di pubblicare le sue foto e la sua storia sui social.

Quel post è arrivato all’attenzione di una donna di nome Olena Kayui, che all’istante si è innamorata del muso bellissimo e triste del cucciolo.

Smiley forse si salverà

La nuova vita di Smiley

La prima reazione di Olena, dopo aver visto le foto di Smiley, è stata quella di scoppiare in un pianto disperato.

Suo marito, vedendola piangere, si è avvicinato a lei ed ha visto anche lui le foto del cagnolino, ma a malincuore ha detto a sua moglie che quello non era il momento di adottare un cane.

Tuttavia, dopo ore ad insistere, Olena è riuscita a convincere l’uomo almeno a tenerlo in casa per un periodo temporaneo. In attesa di trovare per lui una casa definita.

La nuova vita di Smiley

I primi giorni del cucciolo non sono stati facili. Non era più abituato ad avere delle persone gentili affianco o forse non si fidava più delle persone. Ma col passare del tempo si è aperto sempre di più, fino ad entrare in completa sintonia con la famiglia di Olena.

Chissà che con il consolidarsi del loro rapporto, alla fine i due non decidano di tenere per sempre il piccolo Smiley con loro.