La storia di Speedy

Speedy, il cane salvato dall’eutanasia: aveva perso l’utilizzo delle zampe

Il padrone voleva che il suo cane fosse messo a dormire con l'eutanasia: Speedy aveva perso l'utilizzo delle zampe

Il protagonista di questa storia è un povero cane di nome Speedy. Quella persona che amava tanto e che avrebbe dovuto prendersi cura di lui, lo ha tradito e abbandonato alla morte. Speedy ha perso l’utilizzo delle zampe, per spostarsi doveva strisciare. Il suo proprietario, invece di cercare una soluzione, ha scelto la strada più facile: l’eutanasia.

La storia di Speedy
Credit: Sidewalk Specials / YouTube

Ha contattato i volontari del posto e li ha informati delle sue intenzioni. In molte zone, l’eutanasia è legale e viene effettuata, dietro richiesta della famiglia, a pagamento, anche sui cani sani.

Quando però quei ragazzi sono andati a casa di Speedy e lo hanno visto, hanno capito che non potevano soddisfare quella richiesta. Il cane scodinzolava, era felice di avere ospiti!

La storia di Speedy
Credit: Sidewalk Specials / YouTube

Lo hanno portato al loro rifugio. Hanno lasciato il proprietario nella convinzione che lo avrebbero inserito sulla lista per l’eutanasia. Una lista dove solitamente finiscono i cani che non vengono adottati. Quelli malati o anziani.

I ragazzi, però, non avevano la minima idea di aver davanti un guerriero! Speedy grazie alle cure quotidiane di questi angeli e alla riabilitazione, è riuscito a rimettersi in piedi!

La riabilitazione di Speedy

Dopo un solo mese riusciva a correre da solo. È tornato a reggersi sulle sue zampe. A mangiare e ad essere un normalissimo cucciolo! Questo grazie al sostegno dei volontari, alla ginnastica in acqua e agli esercizi quotidiani!

Nessuno di noi lo avrebbe mai detto. La sua forza di volontà è stata tanta e fondamentale. Non meritava l’eutanasia, ma di certo non contavamo sul fatto che sarebbe tornato a camminare! Dopo pochi mesi era pronto ed abbiamo capito che era il momento di trovargli casa.

La storia di Speedy
Credit: Sidewalk Specials / YouTube

Oggi Speedy vive con una meravigliosa famiglia in una bellissima casa! Tutto ciò grazie ai volontari, che si sono rifiutati di commettere un’ingiustizia e si sono fidati del loro istinto!