3 cuccioli annuncio

Volontario salva la vita di 3 cuccioli, che stavano per essere abbandonati

Brady legge l'annuncio su Craiglist di 3 cuccioli indesiderati: ecco cosa fa per aiutarli

Un episodio drammatico è avvenuto poco tempo fa. Brady Oliveira in un annuncio su Craiglist ha letto di una persona che voleva mandare via i 3 cuccioli che erano nella sua abitazione. Ora tutti hanno trovato delle famiglie amorevoli, disposte ad adottarli.

3 cuccioli annuncio
CREDIT: FACEBOOK

Una vicenda drammatica, che si è conclusa nel migliore dei modi, solo grazie all’intervento di questa persona dal cuore enorme.

Tutto è iniziato quando Brady stava giocando sul telefono e stava perdendo tempo leggendo gli annunci su Craiglist.

Ad un certo punto, mentre scorreva ha visto la foto di 3 cuccioli, piccoli e magri. Quando ha letto il messaggio ha fatto la scoperta che gli ha spezzato il cuore. Nella didascalia c’era scritto:

3 cuccioli annuncio
CREDIT: FACEBOOK

Sono indesiderati. Se qualcuno non viene a prenderli per portarli via sarò costretto a gettarli in una discarica.

Brady nel leggere quelle parole, ovviamente, è rimasto sconvolto e sin da subito si è fatto avanti per portarli via da quel posto. Il suo unico scopo era solo quello di evitare di farli soffrire e di fargli vivere un’esperienza traumatica.

L’intervento del ragazzo per salvare i 3 cuccioli

Quella persona dal cuore enorme è andata in quell’abitazione ed ha preso i piccoli a quattro zampe. Li ha portati nella clinica veterinaria e durante il controllo, ha pubblicato la triste vicenda sul suo profilo social. Voleva far sapere a tutti cosa gli era accaduto.

L’episodio era davvero molto grave ed infatti la storia è diventata presto virale sul web. In tanti si sono fatti avanti per aiutare il ragazzo con le spese mediche e con il cibo.

3 cuccioli annuncio
CREDIT: FACEBOOK

Per fortuna i cuccioli hanno trovato delle famiglie amorevoli poco tempo dopo ed ora vivono nelle loro nuove case, circondati da tutto l’amore e le cure di cui hanno bisogno. Brady è sicuro che non vivranno mai più un’esperienza così drammatica.