Andriy Shevchenko ospite a Verissimo

Andriy Shevchenko, ospite a Verissimo, parla della guerra nella sua Ucraina

Andriy Shevchenko, visibilmente commosso, racconta di come sta vivendo lui la guerra che affligge da mesi la sua Ucraina

Il calcio e il popolo italiano, nei primi anni 2000, hanno avuto modo di conoscere e apprezzare Andriy Shevchenko. L’attaccante ucraino ex Milan, ieri, è stato ospite di Silvia Toffanin a Verissimo ed ha avuto modo di esprimere tutto il suo dolore per ciò che sta succedendo dal febbraio scorso nel suo paese, l’Ucraina.

Andriy Shevchenko ospite a Verissimo
Credit: Verissimo Mediaset

Con la maglia rossonera del Milan addosso ha raggiunto risultati incredibili e fatto sognare milioni di tifosi. Grazie anche ai suoi gol, la squadra rossonera ha raggiunto forse il livello più alto della sua storia.

Ma ciò che ha sempre colpito molto di Andriy Shevchenko, è la sua umiltà, educazione e dignità.

Caratteristiche che mantiene ancora oggi, a svariati anni dal suo ritiro ufficiale, e che ha avuto modo di mostrare ieri a Verissimo, mentre parlava a cuore aperto del momento drammatico che sta vivendo lui e tutti i suoi connazionali ucraini da qualche mese.

Le parole di Andriy Shevchenko

Andriy Shevchenko ospite a Verissimo
Credit: Verissimo Mediaset

Silvia Toffanin ha accolto l’ex bomber nel suo studio e, inevitabilmente, si è affrontato subito il discorso legato alla guerra tra Russia e Ucraina che sta dilaniando l’Europa dal febbraio scorso.

Alla domanda della presentatrice, su come lui stia vivendo questa situazione, ha risposto:

Sto vivendo questa situazione molto male. Soprattutto i primi giorni sono stati molto complicati. È stato uno shock per tutti noi. Mai avrei pensato che la Russia potesse iniziare una guerra contro di noi. Come si fa a vivere quando ogni giorno muoiono bambini e civili sotto gli attacchi dei missili nemici?

Andriy Shevchenko ospite a Verissimo
Credit: Verissimo Mediaset

E proprio ai bambini Andriy dedica tutti i suoi pensieri: “La mia gente ha perso tutto, i bambini non hanno più futuro, dobbiamo stare vicini a queste persone“.

L’ex calciatore, che vive a Londra, ha raccontato di aver ospitato diversi profughi e di aver avviato insieme al sindaco di Milano Giuseppe Sala, un bellissimo progetto per aiutare queste persone in difficoltà.

Silvia ha poi chiesto a Sheva se, come si sta scrivendo in questi giorni, un intervento da parte del Papa possa in qualche modo essere utile.

E lui ha risposto che sicuramente, le parole del Pontefice e anche un eventuale sua visita in Ucraina, possano risuonare come un messaggio molto forte.

Aurelio Andreazzoli, allenatore dell'Empoli, a lutto per la morte del fratello Alberto

Aurelio Andreazzoli, allenatore dell'Empoli, a lutto per la morte del fratello Alberto

Lutto nel giornalismo, Maria Cristina Ruini si è spenta a 52 anni

Lutto nel giornalismo, Maria Cristina Ruini si è spenta a 52 anni

Napoli, Alessandra De Rosa non ce l'ha fatta: si è spenta a 31 anni dopo aver contratto il Covid in gravidanza

Napoli, Alessandra De Rosa non ce l'ha fatta: si è spenta a 31 anni dopo aver contratto il Covid in gravidanza

Lutto nel mondo del calcio: Simone Perisan è morto a soli 39 anni

Lutto nel mondo del calcio: Simone Perisan è morto a soli 39 anni

Denise Pipitone: la paura di Piera Maggio su cosa accadrà

Denise Pipitone: la paura di Piera Maggio su cosa accadrà

Paura a Treviglio, due bambini rimasti intrappolati sul balcone: erano soli in casa

Paura a Treviglio, due bambini rimasti intrappolati sul balcone: erano soli in casa

Omicidio Willy, le parole di Mario Pincarelli dal carcere: "Sono a posto con la coscienza"

Omicidio Willy, le parole di Mario Pincarelli dal carcere: "Sono a posto con la coscienza"