Arrestato il pediatra Barto: “aiutatemi, dovete curarmi”

Pediatra confessa anni di crimini sui suoi poveri piccoli pazienti

Home > Attualità > Arrestato il pediatra Barto: “aiutatemi, dovete curarmi”

Quest’uomo si chiama Johnnie Barto. Oggi ha circa 79 anni ed è, o meglio era, un pediatra della Pennsylvania. Nel 2000, dopo una denuncia, era stata aperta un’inchiesta su di lui, ma il medico ne è uscito pulito. Oggi, dopo ben 20 anni di professione, l’uomo ha chiesto aiuto ed ha confessato quello che in tutti questi anni, ha fatto ai suoi piccoli pazienti di età compresa dagli otto ai dodici anni, ma anche ai più piccoli.

Come riporta Il Messaggero, durante le visite, Johnnie abusava dei bambini, arrivando ad oggi, a circa trentuno povere vittime. Durante la confessione, l’uomo si è reso conto della gravità delle sue azione ed ha chiesto aiuto. Si è definito una persona malata e ossessionata ed ha chiesto di essere curato. Oggi si trova in carcere ed è stato sospeso dalla sua professione. Soltanto la sentenza, deciderà la condanna definitiva. Nel 2000, il pediatra era stato denunciato di abusi su due bambine, ma il giudice, non avendo prove ed essendo consapevole di quanto il medico fosse stimato e sostenuto da tutto il paese, decide di archiviare il caso. Furono fatte anche manifestazioni in sua difesa. Da quel momento ha continuato a professare, facendola franca per venti anni, mentre continuava ad approfittarsi dei suoi piccoli pazienti. Nel gennaio del 2018, nuove accuse si sono scagliate contro di lui. Le forze dell’ordine lo hanno arrestato, ma il pediatra ha negato tutto, di nuovo. Alla fine, dopo diversi interrogatori e consapevole di aver oltrepassato il limite, Johnnie Barto ha confessato i suoi crimini e in lacrime, ha supplicato di essere aiutato.

“E’ sempre stato un pilastro nella sua comunità, un pediatra di famiglia, un membro eletto del consiglio scolastico, un frequentatore regolare della chiesa”, ha dichiarato il procuratore generale dello stato, Josh Shapiro.

“Si prevede una condanna da 79 a 158 anni di prigione, garantendo praticamente che morirà dietro le sbarre. Il mio ufficio ha distrutto la rete di bugie, l’inganno e l’assalto di bambini da parte di Barto, e oggi è stato ritenuto responsabile dei suoi crimini. La gente si fidava di lui. Si è servito della sua autorevolezza per alimentare i suoi desideri malati con bimbi che necessitavano di cure per dei problemi di salute, e sfruttando la fiducia che in lui riponevano i genitori. Molte bambine, oggi donne cresciute, hanno raccontato, insieme, quello che è stato fatto loro”.

“Questa volta, il dottor Jhonnie Barto non la passerà liscia”, ha concluso Shapiro.

Leggete anche: Roma, trovato neonato senza vita