Auto senza controllo, travolge una famiglia

+++ULTIMO'ORA+++ VERBANIA, auto impazzita travolge una famiglia. Un morto e due feriti gravi. Coinvolto anche un bambino di 20 mesi

Home > Attualità > Auto senza controllo, travolge una famiglia

E’ accaduto nella tarda serata di ieri, a Intra, una frazione del comune di Verbania. Avrebbe dovuto essere un’uscita in famiglia, tranquilla e rilassante, invece si è trasformata in una tragedia. Nonna, nonno, mamma e un bambino di soli venti mesi, sono stati travolti, mentre passeggiavano, da un’auto “impazzita”, guidata da un ragazzo di ventiquattro anni.

La famiglia stava facendo una tranquilla passeggiata, sul marciapiede accanto al ponte di Via Vittorio Veneto, che porta al centro della città, quando un’auto, completamente fuori controllo, li ha travolti. Il ragazzo di 24 anni, sembrava impazzito, non riusciva a controllare la vettura ed è stato ora fermato dalle forze dell’ordine, che stanno verificando i motivi dell’episodio. Il nonno, un uomo di 54 anni di nome Gianni Agosti, ha perso la vita sul colpo, dopo aver fatto un volo di circa sei metri. Nonna e mamma, 58 e 34 anni, sono state ricoverate in ospedale, con ferite gravi. La mamma ha un trauma cranico e il suo bambino, di soli venti mesi, ha riportato una frattura al bacino, ma per fortuna i medici hanno garantito che sia fuori pericolo di vita. Secondo le testimonianze e le prime indagini degli agenti, il ragazzo ha perso il controllo della sua macchina ed è finito sulla corsia apposta, lungo la discesa, finché non ha travolto la famiglia, dopo aver evitato un frontale, schiacciandola contro la barriera di metallo del ponte. Gianni è balzato oltre il parapetto ed è caduto, morendo sul colpo. Al momento, il ventiquattrenne è sotto shock. Le due donne e il bambino, si trovano al momento ricoverati nell’ospedale di Novara.

Il ventiquattrenne è stato fermato dalle forze dell’ordine, che stanno cercando di capire perché abbia perso il controllo della vettura.

E’ confuso e spaventato.

Rimaniamo in attesa di ulteriori aggiornamenti.

Leggete anche: BOLOGNA: Bambini caduti dall’ottavo piano: il racconto dei vicini