Bambino autistico affidato al Tribunale dei Minori. La famiglia non lo vuole più.

Affidato al Tribunale dei Minori. La famiglia non lo vuole più: "o sono di$graziati o sono disperati. Non giudichiamo, ma aiutiamo".

Home > Attualità > Bambino autistico affidato al Tribunale dei Minori. La famiglia non lo vuole più.

Lo spiacevole episodio si è verificato a Coredo, in provincia di Trento ( Trentino Alto Adige). Un struttura che si occupa di bambini con problemi autistici, chiamata la Casa Sebastiano, ha denunciato una chiamata che li ha scossi molto. Questa associazione è specializzata nei rapporti con persone con “disturbi dello sviluppo”, affette quindi, da autismo.

I ragazzi sono soliti ricevere chiamate riguardanti bambini autistici, ma questa volta, perfino loro, si sono dichiarati molto scossi.

Un bambino di soli undici anni si trova in affido al Tribunale dei Minori  perché la sua famiglia non lo vuole più. E il motivo è proprio perché è autistico.

“O sono di$graziati o sono disperati”, hanno dichiarato gli operatori, riferendosi alla famiglia. Con la parola disperati, hanno voluto alludere al mancato supporto delle istituzioni del nostro paese, che dovrebbero aiutare famiglie come questa, con bambini con disabilità. “Se una famiglia si arrende, la società ha fallito”. 

Con queste frasi la Casa Sebastiano ha voluto sottolineare quanto dura, molto spesso, possa essere la vita con un figlio affetto da autismo e la mancanza di aiuto, può far precipitare la situazione: “è venuto meno il patto di aiuto ai deboli, il mandato etico, ancora prima che costituzionale, fondamento di ogni società che si ritiene civile. Il sostegno ai membri più fragili della nostra società. Se una famiglia si arrende, le istituzioni hanno fallito”, hanno continuato.

“Le storie dietro l’autismo, sono spesso dure, questa più di altre… le difficoltà per chi vive con persone autistiche possono diventare insopportabili, soprattutto se non sono adeguatamente sostenute. Non giudichiamo, ma aiutiamo”.

Una storia che ha scosso centinaia di persone. In molti hanno compreso e in molti hanno giudicato i genitori di questo undicenne.

Notizia in aggiornamento.

Leggete anche: nuovi aggiornamenti sulla piccola Sofia, la bambina affogata in piscina, a Marina di Pietrasanta.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI