Soccorritori scavano per salvare un bambino caduto in un pozzo

Bambino di 9 anni caduto in un pozzo in Afghanistan: soccorritori scavano senza sosta

Due giorni fa, un bambino di 9 anni di nome Haidar è caduto in un pozzo. I soccorritori stanno scavando per cercare di raggiungerlo

A poche settimane dalla tragedia del piccolo Rayan, un altro bambino è caduto in un pozzo in Afghanistan.

Soccorritori scavano per salvare un bambino caduto in un pozzo

Haidar è precipitato due giorni fa in un pozzo profondo 25 metri nel villaggio di Shokak, provincia di Zabul.

I soccorritori stanno lavorando per cercare di salvarlo, una corsa contro il tempo, proprio com’è stato per il bimbo in Marocco. È rimasto incastrato a 10 metri dalla superficie.

Sui social si sono diffusi video ed immagini, ma le condizioni di Haidar non sono chiare. Sembra che sia in grado di muore le braccia e la parte superiore del corpo.

Soccorritori scavano per salvare un bambino caduto in un pozzo

In alcuni audio si sente la voce del suo papà che gli dice “Stai bene figlio mio? Parla con me e non piangere, stiamo lavorando per farti uscire” e il bambino di 9 anni che gli risponde “Va bene, continuerò a parlare”.

Il filmato è stato girato dai soccorritori che hanno calato con una fune una telecamera nello stretto pozzo.

Abdullah Azzam, segretario del vice primo ministro Abdulghani Barada ha pubblicato un Tweet: “C’è una squadra con un’ambulanza, ossigeno e altre cose necessarie”.

I soccorritori stanno cercando di lavorare nel modo più veloce possibile, stanno scavando una sorta di trincea aperta da un angolo in superficie per cercare di raggiungere il punto in cui il ragazzo è intrappolato.

Soccorritori scavano per salvare un bambino caduto in un pozzo

In poche ore nella mente di tutto il mondo è tornato il ricordo di Rayan, del piccolo Julen e di Alfredino Rampi. E sono tornate le preghiere e i messaggi si speranza per il piccolo Haidar.

Il piccolo Rayan è morto

Soltanto pochi giorni fa, gli utenti si sono ritrovati a vedere le foto di Rayan e dei soccorritori che scavavano h24. E alla fine il tragico epilogo. Le ferite riportate sono state fatali per il bimbo, che è morto poco dopo il salvataggio, durante il viaggio in ambulanza.

Ora, l’Afghanistan sta vivendo lo stesso incubo.