Bari, bambina di 6 anni punta da una siringa in spiaggia

Bambina di 6 anni punta da una siringa sulla spiaggia. L'ago ha trapassato le sue ciabattine. Trasportata in ospedale.

L’orribile episodio si è verificato a Torre a Mare, un quartiere di Bari, nella giornata di ieri, 1 luglio. Una bambina di circa sei anni, si trovava al mare con sua madre, quando improvvisamente è stata punta da una siringa lasciata sulla spiaggia. L’ago ha trapassato le ciabattine che indossava e le ha punto il piedino.

E’ stato immediatamente lanciato l’allarme tra i bagnanti e la piccola è stata portata in ospedale, dove adesso verrà sottoposta alle dovute procedure mediche, per verificare che non abbia contratto nessuna malattia infettiva.

La spiaggia in cui si trovava la bambina, è una spiaggia di pubblico accesso e secondo quanto dichiarato da chi la frequenta spesso e da chi abita nei dintorni, nessuno si occupa mai di pulirla.

L’episodio ha scatenato diverse polemiche e adesso i bagnanti, ma non solo, vogliono attirare l’attenzione di chi di competenza, per mostrare l’importanza della pulizia delle spiagge. Il Comune avrebbe dichiarato che la mattina la spiaggia era stata pulita.

Una giornata al mare, per una famiglia, dovrebbe essere una giornata di divertimento e di relax, mentre per questa madre è stata una terribile e spaventosa esperienza.

La preoccupazione si è diffusa in tutte le famiglie presenti in quella spiaggia, pronte a tutelare i propri bambini.

Una siringa può essere pericolosa, oltre per la droga, perché può trasmettere delle gravi malattie infettive come l’AIDS.

La pulizia delle spiagge è importante e i Comuni del nostro Paese ne dovrebbero essere consapevoli.

Questo spiacevole episodio dovrebbe essere di lezione per tutti, comprese le persone che lasciano le siringhe sulle spiagge.

Non è l’unico episodio accaduto sulle spiagge in questi ultimi giorni. A Pescara, in Abruzzo, un bambino di circa nove anni, è stato colpito da un malore.

Stava giocando nell’acqua, quando improvvisamente, si è sentito male e non è riuscito a risalire. Il bagnino è intervenuto nell’immediato e per fortuna, sulla spiaggia, c’era un dottore, che gli ha fatto un massaggio, in attesa dei soccorsi, salvandogli la vita.

Potete leggere l’intera notizia qui: Bambino di nove anni colpito da un malore, mentre era in mare

Puglia, sospese le lezioni in presenza in tutte le scuole: l'annuncio di Emiliano

Roberto Zampardi denuncia la sua situazione: "Abbandonati dall'Asl"

Melito di Napoli, coprifuoco alle 20 per i minorenni: l'ordinanza del sindaco

Tom Parker ha scoperto di avere un tumore al cervello al quarto stadio

Un sindaco da ammirare

Giuseppe Conte illustra il Decreto Ristori: a chi andranno gli incentivi

Incidente a Caluso, il bimbo di 5 anni non ce l'ha fatta