Bill Russell morto

Bill Russel, ex stella della NBA, è morto a 88 anni

Se ne va uno dei più grandi giocatori di basket e sportivi in generale della storia statunitense: addio al grande Bill Russel

Ieri è stato uno di quei giorni che non si vorrebbero mai vivere, per chi ama lo sport. Bill Russell, ex giocatore e allenatore di pallacanestro, tra i più vincenti della storia, si è spento. Ad annunciarlo, tramite un comunicato social, la sua famiglia, che ha spiegato che se ne è andato serenamente con la moglie Jeannine al fianco.

Bill Russell morto
BOSTON- 1996: Bill Russell of the Boston Celtics poses for a photo with eleven of his Championship rings in 1996 in Boston, Massachusetts. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this Photograph, user is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. Mandatory Copyright Notice: Copyright 1996 NBAE (Photo by Nathaniel S. Butler/NBAE via Getty Images)

Lutto devastante per tutti gli Stati Uniti dello sport, ma non solo. Nel pomeriggio di ieri si è infatti divulgata la notizia di colui che è considerato l’atleta statunitense più vincente della storia, Bill Russell.

William Felton Russell, meglio noto come Bill era nato a Monroe, in Louisiana, il 12 febbraio 1934. Da piccolissimo già mostrò una predisposizione fisica ed un talento smisurati per il gioco della pallacanestro. Sport che lo rese in poco tempo letteralmente immortale.

Ieri la leggenda si è spenta per sempre, all’età di 88 anni. Ad annunciare il suo decesso, lasciando nello sconforto più totale i milioni di tifosi di tutto il mondo che lo amavano, è stata la sua famiglia.

Sul profilo ufficiale dell’ex stella della NBA è apparso infatti il tragico annuncio, nel quale la famiglia spiegava che ne se ne è andato serenamente tra le braccia di sua moglie Jeannine e che presto saranno resi noti tutti i dettagli sul funerale.

La carriera di Bill Russel

Bill Russell morto

Di ruolo centro, Bill Russell entrò nella leggenda della NBA in pochissimo tempo. Venne selezionato dai Boston Celtics al draft del 1956 e subito vinse il campionato. Il primo di una lunghissima serie.

Nei 13 anni successivi, fino al 1969, insieme ai suoi compagni vinse ben 11 titoli, di cui 8 consecutivi, segnando così un record che tutt’oggi è ancora imbattuto. Quella dei Celtics è stata la prima vera e propria dinastia del basket americano.

Bill Russell morto

Strepitosa anche la sua esperienza con la nazionale statunitense, che lui stesso guidò al titolo olimpico del 1956.

Uscito dal rettangolo di gioco, intraprese la carriera da allenatore. E anche lì, dominò il gioco vincendo due titoli.

Bill Russel è entrato, ovviamente, a far parte della Hall Of Fame, sia da giocatore che da allenatore.

È entrato ufficialmente nell’olimpo di questo sport, al fianco di mostri sacri come ad esempio Michael Jordan, Wilt Chamberlain, Kobe Bryant e tanti altri, quando nel 1996 fu inserito nella lista dei 50 migliori giocatori del cinquantenario della NBA.