bicicletta

Bimbo di 10 anni investito in bici a Calco, in provincia di Lecco: ha riportato un trauma cranico, lesioni e ferite

Quali sono

Brutto incidente nel lecchese nel tardo pomeriggio di lunedì 18 aprile 2022, giorno di Pasquetta. Un bimbo di 10 anni è stato investito in bici a Calco, in provincia di Lecco. Un’auto guidata da un 29enne non ha potuto evitarlo. Il piccolo è stato ricoverato in ospedale dove i medici hanno riscontrato un trauma cranico, lesioni a una gamba e altre ferite.

ambulanza foto

Era il tardo pomeriggio di lunedì 18 aprile 2022. Il bambino si trovava a Calco, in provincia di Lecco, vicino all’oratorio della città, in sella alla sua bici. All’improvviso una ragazza di 29 anni alla guida della sua Fiat 500 lo ha investito.

Il bambino era in sella della sua mountain bike, quando ha subito l’impatto con l’automobile in strada. Strada che è stata immediatamente bloccata per soccorrere il ragazzino, con ripercussioni sulla viabilità di quella zona della cittadina nel lecchese.

I soccorritori hanno prontamente raggiunto il luogo dell’incidente, prestando le prime cure al ragazzino. Il bambino di 10 anni è stato poi trasferito d’urgenza in eliambulanza presso l’ospedale di Bergamo. Per fortuna non ha mai perso conoscenza. Sul luogo i volontari della Croce Bianca e i soccorritori dell’elisoccorso provenienti da Brescia e atterrati sul campo da calcio della parrocchia.

Secondo quanto riportato da fonti mediche, il bambino avrebbe riportato un trauma cranico, lesioni a una gamba e diverse ferite nel resto del corpo. Per precauzione i medici lo hanno ricoverato in prognosi riservata.

eliambulanza

Bimbo di 10 anni investito in bici a Calco, in prognosi riservata in ospedale

Secondo quanto riferito, il bambino ha colpito il parabrezza dell’auto sfondandolo e cadendo poi sull’asfalto a terra. Per consentire ai soccorsi di intervenire i Carabinieri hanno chiuso la provinciale.

grave incidente coinvolti tre ragazzi

Il bambino si trova ricoverato al Papa Giovanni XXIII di Bergamo, raggiunto dal padre arrivato sul luogo poco dopo l’incidente. La ragazza alla guida della 500 è stata soccorsa perché sotto choc: non ha visto per niente il bambino, forse accecata dal sole.