Bimbo di 18 mesi morto

Bimbo di 18 mesi morto dopo la caduta in una pozza d’acqua: la tragedia a Sassari

Una tragedia che strazia il cuore

Non c’è stato nulla da fare per il povero piccolo caduto in una pozza d’acqua a Sassari mentre si trovava in campagna con i genitori. La notizia del bimbo di 18 mesi morto per le ferite riportate dopo la terribile caduta getta nello sconforto tutti coloro che avevano sperato e pregato affinché potesse salvarsi e tornare sano e salvo a casa.

Lutto per la morte di un figlio

Il povero piccolo è morto all’ospedale Santissima Annunziata di Sassari, dove era stato ricoverato nella tarda mattinata di mercoledì 5 maggio 2021. I medici hanno tentato di soccorrerlo e di salvargli la vita, ma purtroppo non ce l’ha fatta.

Il bambino di soli 18 mesi si trovava in campagna con i genitori, a Taniga, fra Sassari e Sorso. Quando il piccolo è caduto in una pozza d’acqua, i genitori hanno cercato di salvarlo. Tempestivo l’intervento dei soccorritori, ma purtroppo è venuto a mancare poco dopo.

Secondo quanto ricostruito, Diego, questo il nome del piccolo angelo volato in cielo, si trovava in località Taniga, nelle campagne tra Sassari e Sorso. Era con i suoi genitori e pare che sia sfuggito al loro controllo raggiungendo un acquitrino poco distante.

Con tutta probabilità il piccolo Diego è caduto inciampando nella pozza d’acqua. Il padre si è subito accorto di quello che stava accadendo e ha portato suo figlio al vicino ospedale San Camillo per le prime cure, che però sono risultate vane.

Perdere un figlio piccolo
Fonte Pixabay

Il dolore per il bimbo di 18 mesi morto a Sassari

Subito i medici hanno detto ai genitori che le condizioni di Diego erano drammatiche. Tanto da doverlo trasportare con un mezzo del 118 all’ospedale di Sassari.

Il bambino non ce l’ha fatta ed è morto poco dopo le 18.30 nel reparto di rianimazione dove si trovava ricoverato.

Bimbo di 18 mesi morto
Fonte Pixabay

Sull’accaduto stanno indagando gli agenti della Squadra Mobile di Sassari, che si sono immediatamente recati sul luogo dell’incidente.