bimbo

Bimbo ferito da una guardia giurata a Brescia: il piccolo è fuori pericolo

Stava giocando in casa quando un proiettile lo ha raggiunto

Una bella notizia per la famiglia del bimbo ferito da una guardia giurata a Brescia. Il piccolo è fuori pericolo. Si trovava in casa, a giocare sotto una finestra lasciata aperta per il grande caldo di questi giorni, quando un proiettile sparato in aria da un uomo in strada lo ha raggiunto. Si è temuto il peggio, ma ora sta meglio.

bimbo
Fonte foto da Pixabay

Il bimbo di 2 anni colpito da un proiettile vagante in casa a Corte Franca, in provincia di Brescia, nella sera di Ferragosto, sta meglio. Nella notte tra il 15 e il 16 i medici lo hanno operato. E dopo aver trascorso qualche giorno ricoverato in terapia intensiva, all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, ora potrebbe andare in reparto.

Intanto la guardia giurata ha detto di prendersi ogni responsabilità per quanto accaduto quella sera, come confermato anche dalle parole del suo avvocato difensore, Simona Camerlengo.

Il suo unico pensiero è per il bambino e per la famiglia del piccolo. È addolorato per quanto accaduto. Ha spiegato agli inquirenti quello che è successo e ha la massima determinazione ad assumersi tutte le sue responsabilità. Non pensa a se stesso o ad altro se non alle condizioni del piccolo.

Queste le parole dell’avvocato difensore della guardia giurata, che nella sera del 15 agosto ha sparato dei colpi in aria, colpendo il povero bambino di 2 anni. Ma in strada non era da solo.

Bimbo di 3 anni ferito da un proiettile in casa
Fonte foto da Pixabay

Bimbo ferito da una guardia giurata a Brescia: chi era con l’uomo in strada a sparare?

Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, che indagano sul caso, l’uomo di 46 anni è indagato a piede libero per lesioni gravissime colpose. Ma non era solo in strada. Risultano indagate altre due persone che a turno avrebbero sparato. Devono rispondere di danneggiamenti, esplosioni pericolose e porto abusivo di armi. Si stavano “divertendo” a colpire p ali della luce e cartelli stradali con i colpi di pistola.