Bonus genitori divorziati

Bonus genitori divorziati fino a 800 euro: come fare domanda

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale, darà una mano a genitori separati o divorziati in difficoltà. Vediamo come.

La pandemia ha creato non poche difficoltà anche al mondo del lavoro. Tantissime persone hanno dovuto fare i conti con la crisi arrivando a perdere il lavoro o a lavorare comunque di meno. Tra di loro anche tanti genitori divorziati che, per forza di cose, si sono visti in difficoltà nel pagare gli assegni di mantenimento.

Bonus genitori divorziati
Fonte: web

Per fortuna è in arrivo un bonus per genitori separati o divorziati in difficoltà. Il decreto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 26 ottobre con il titolo “Definizione dei criteri e delle modalità per la verifica dei presupposti e per l’erogazione dei contributi a valere sul fondo per genitori lavoratori separati o divorziati per garantire la continuità di erogazione dell’assegno di mantenimento”.

Bonus genitori divorziati
Fonte: web

Il bonus è dedicato ai genitori divorziati o separati che devono provvedere al mantenimento dei figli minorenni o maggiorenni con handicap grave e che non hanno ricevuto l’assegno di mantenimento a causa dell’inadempienza dell’ex partner e genitore del figlio in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 a partire dall’8 marzo 2020.

In particolare chi ha perso o ridotto l’attività lavorativa per una durata minima di 90 giorni o per una riduzione del reddito di almeno il 30% rispetto a quello percepito nel 2019.

Bonus genitori divorziati
Fonte: web

Per accedere al bonus che avrà un valore fino a 800 euro sarà necessario anche avere un reddito inferiore o uguale a 8.174 euro nell’anno in cui si chiede il sostegno. In alternativa si dovrà dimostrare di aver ricevuto un calo del 30% del reddito tra il 2019 e il 2020.

La domanda andrà inoltrata attraverso il portale del Dipartimento per le politiche della famiglia e si dovrà specificare l’importo dell’assegno di mantenimento e l’ammontare delle somme non versate all’ex coniuge.

Al momento si è in attesa che la piattaforma venga lanciata insieme al decreto attuativo per capire meglio modalità e scadenza del bonus.