Cacciatore spara a un papà con il neonato in braccio

Cacciatore spara a un papà con il neonato in braccio nel giardino di casa loro

Come stanno padre e figlio raggiunti dai colpi del cacciatore?

Tragedia sfiorata a Fossalta di Piave, in provincia di Venezia. Un cacciatore spara a un papà con il neonato in braccio nel loro giardino di casa. Per errore l’uomo, che era uscito a caccia nel pomeriggio di domenica 24 ottobre 2021, intorno alle 15 del pomeriggio ha sparato vedendo una lepre, colpendo però un uomo che si trovava a casa sua con il figlio piccolo stretto tra le braccia.

Fossalta di Piave
Fonte foto da Pixabay

L’incidente ha avuto luogo nel pomeriggio di domenica 24 ottobre 2021, intorno alle ore 15, a Fossalta di Piave, in provincia di Venezia, al confine comunale con Monastier, in via De Gasperi. Il cacciatore ha sparato perché voleva prendere una lepre.

Per errore, però, al posto di colpire l’animale selvatico, il cacciatore ha colpito il papà che con suo figlio si trovava nel giardino di casa. La moglie, che era all’interno dell’abitazione, ha sentito lo sparo ed è corsa fuori per soccorrere marito e figlio.

Il cacciatore ha colpito il papà al naso e allo zigomo, ma per fortuna le ferite non sono gravi e sono solo superficiali. Il neonato invece se l’è cavata con un’escoriazione all’altezza del capezzolo, ma anche nel suo caso niente di preoccupante.

Madre e padre immediatamente dopo lo sparo si sono preoccupati del neonato. I due genitori hanno spogliato il bambino per tentare di capire se fosse stato colpito, chiamando immediatamente i soccorsi che sono arrivati brevemente sul posto dell’incidente.

ferite non sono gravi
Fonte foto da Pixabay

Cacciatore spara a un papà con il neonato: sul posto anche i Carabinieri

Oltre ai soccorritori del 118, sul posto sono arrivati anche i Carabinieri: la pattuglia ha identificato i due cacciatori. Per fortuna le ferite erano lievi, ma poteva trasformarsi in tragedia.

Cacciatore spara a un papà con il neonato in braccio
Fonte foto da Pixabay

I genitori hanno deciso di denunciare l’accaduto e di passare alle vie legali. Davvero un miracolo il fatto che padre e figlio non siano stati colpiti in maniera più grave.

Aurelio Andreazzoli, allenatore dell'Empoli, a lutto per la morte del fratello Alberto

Aurelio Andreazzoli, allenatore dell'Empoli, a lutto per la morte del fratello Alberto

Lutto nel giornalismo, Maria Cristina Ruini si è spenta a 52 anni

Lutto nel giornalismo, Maria Cristina Ruini si è spenta a 52 anni

Napoli, Alessandra De Rosa non ce l'ha fatta: si è spenta a 31 anni dopo aver contratto il Covid in gravidanza

Napoli, Alessandra De Rosa non ce l'ha fatta: si è spenta a 31 anni dopo aver contratto il Covid in gravidanza

Lutto nel mondo del calcio: Simone Perisan è morto a soli 39 anni

Lutto nel mondo del calcio: Simone Perisan è morto a soli 39 anni

Denise Pipitone: la paura di Piera Maggio su cosa accadrà

Denise Pipitone: la paura di Piera Maggio su cosa accadrà

Paura a Treviglio, due bambini rimasti intrappolati sul balcone: erano soli in casa

Paura a Treviglio, due bambini rimasti intrappolati sul balcone: erano soli in casa

Omicidio Willy, le parole di Mario Pincarelli dal carcere: "Sono a posto con la coscienza"

Omicidio Willy, le parole di Mario Pincarelli dal carcere: "Sono a posto con la coscienza"