Dimissioni ex pm Maria Angioni

Caso Denise Pipitone: l’ex pm Maria Angioni si dimette dalla magistratura

L'ex pm del caso della piccola Denise Pipitone si dimette dalla magistratura: Maria Angioni è sotto processo per false dichiarazioni

Maria Angioni ha deciso di lasciare la magistratura, l’ex pm del caso di Denise Pipitone, ora sotto processo, ha presentato le proprie dimissioni alla quarta commissione del Consiglio Superiore della Magistratura, che le ha accolte ed accettate.

Dimissioni ex pm Maria Angioni

Dopo la vicenda della piccola Denise Pipitone, scomparsa a Mazara del Vallo il 1 settembre del 2004, Maria Angioni ha fatto molto parlare di se. L’ex pm è apparsa in diversi programmi televisivi ed ha parlato di depistaggi, bugie ed accuse anche verso i suoi stessi colleghi, mentre lei era a capo dell’indagine nel 2004. Gravi denunce, che l’Angioni ha poi fatto anche in Procura.

Dimissioni ex pm Maria Angioni

Ha parlato di spie in commissariato, di persone che non venivano iscritte tra i sospettati perché qualcuno ne aveva “timore”, del fatto che Denise fosse ancora viva, ma che oggi sia in Tunisia. La pista della Tunisia non ha però trovato nulla che potesse portare ad indizi su Denise Pipitone. L’ex pm ha perfino diffuso la foto di una ragazza con la sua bambina, affermando che si trattase proprio della figlia di Piera Maggio. Ma quella donna è poi risultata essere una ragazza nata a Mazara del Vallo, che oggi vive a Nizza con il compagno e la sua bambina e che non ha nulla a che fare con la famiglia di Denise Pipitone.

Maria Angioni fa riaprire il caso su Denise Pipitone

È grazie a Maria Angioni se i riflettori sul caso della piccola scomparsa da Mazara del Vallo si sono riaccesi. Purtroppo però, ogni sua nuova dichiarazione ha portato soltanto ad altri buchi nell’acqua. L’ex pm è accusata di false dichiarazioni e il caso di Denise Pipitone è stato archiviato una seconda volta.

Dimissioni ex pm Maria Angioni

Nonostante le nuove indagini, i colleghi dell’Angioni non hanno trovato alcun riscontro su quanto riferito dall’imputata. Oggi dovrà affrontare un processo ed ha deciso di dimettersi dalla magistratura.

Non è stato un anno facile per Piera Maggio, come non lo sono stati gli ultimi 18 della sua vita. Ma questa mamma coraggio continua a lottare per la verità e come dice sempre lei, lo farà finché non troverà qualcosa che le farà capire che non c’è più speranza. Fino ad allora, lei spera di riabbracciare la sua bambina, oggi una ragazza adolescente.