Egidio Battaglia uccide il suo figlioletto e poi si toglie la vita

Castello di Godego: operaio 43enne uccide il figlio di due anni e poi si toglie la vita

Egidio Battaglia, operaio di 43 anni, residente a Castello di Godego, è l'uomo che ha compiuto il tremendo gesto

Una tragedia immane, quella capitata intorno alle ore 13 di oggi, sabato 20 febbraio. Egidio Battaglia, operaio di 43 anni, ha ucciso il suo bambino di soli due anni, per poi togliersi la vita tagliandosi la gola. Il tutto è avvenuto in pieno giorno e nell’abitazione in cui l’uomo, suo figlio e sua moglie vivevano da anni.

Egidio Battaglia uccide il suo figlioletto e poi si toglie la vita

La notizia arriva da Castello di Godego, un piccolo comune in provincia di Treviso, in Veneto. L’uomo, in preda ad un raptus di follia, ha prima ucciso il suo figlioletto e poi si è tolto la vita tagliandosi la gola con un coltello da cucina.

Ad accorgersi che ci fosse qualcosa che non andasse, è stato Fortunato Battaglia, padre di Eugenio e nonno del piccolo Massimiliano. Papà e figlio, infatti, dovevano andare a pranzo a casa sua, ma vedendo che i due non arrivavano, l’anziano signore si è preoccupato ed è andato nell’appartamento a controllare.

Arrivato sul posto, ha provato più volte a suonare il campanello e non ricevendo risposta alcuna, ha allertato subito le forze dell’ordine. Dopo aver forzato la porta, gli inquirenti hanno trovato davanti a loro la macabra scena. Inutile la chiamata ai soccorritori del 118. Al loro arrivo, non hanno potuto far altro che constatare il decesso di padre e figlio.

Al momento, l’unica pista che stanno seguendo gli inquirenti, capeggiati dal pm Mara De Donà, è quella del omicidio – suicidio.

I motivi del gesto di Eugenio Battaglia

Egidio Battaglia uccide il suo figlioletto e poi si toglie la vita

Liti in famiglia e problemi economici. Sono queste le prime ipotesi che vengono in mente quando accadono vicende terribili come questa. Tutte, però, sono state smentite dai numerosi amici e conoscenti della famiglia distrutta da questo avvenimento.

Il matrimonio di Eugenio con sua moglie, pare che non avesse alcun problema. Anche economicamente la famiglia se la cavava abbastanza bene.

Egidio Battaglia uccide il suo figlioletto e poi si toglie la vita

A fare chiarezza sulle motivazioni che avrebbero spinto l’uomo a compiere l’efferato gesto, ci penserà una lettera che Battaglia ha scritto poco prima di compiere l’atto e che gli investigatori hanno ritrovato sul tavolo della cucina dell’appartamento.

Stando ad alcune indiscrezioni, pare che il piccolo Massimiliano, di soli due anni, soffrisse di una grave malattia. Malattia per la quale i medici avevano escluso che ci fosse una cura.

Piera Maggio e la rabbia contro Quarto Grado: le parole inviate a Gianluigi Nuzzi

Piera Maggio e la rabbia contro Quarto Grado: le parole inviate a Gianluigi Nuzzi

Caso Denise Pipitone: la Procura torna ad indagare sull'Hotel Ruggero II

Caso Denise Pipitone: la Procura torna ad indagare sull'Hotel Ruggero II

Costantino Vitagliano a lutto: è morto suo papà Orazio

Costantino Vitagliano a lutto: è morto suo papà Orazio

Oggi il piccolo Lorys Stival avrebbe compiuto 14 anni

Oggi il piccolo Lorys Stival avrebbe compiuto 14 anni

Quarto Grado: le ultime dichiarazioni dell'ex pm Maria Angioni

Quarto Grado: le ultime dichiarazioni dell'ex pm Maria Angioni

Caso Denise Pipitone: Alberto Matano fa luce sulle bugie di Gaspare Ghaleb

Caso Denise Pipitone: Alberto Matano fa luce sulle bugie di Gaspare Ghaleb

Autopsia di Andrea Pignani: come è morto il killer di Ardea

Autopsia di Andrea Pignani: come è morto il killer di Ardea