il caso della piccola indi gregory

Cittadinanza italiana urgente per la piccola Indi Gregory. La Meloni interviene: “Farò quello che posso per difendere la sua vita”

Forse la piccola Indi Gregory, grazie al gesto del Governo Meloni, potrà essere trasferita in Italia: la speranza è ancora accesa

È arrivata una bellissima notizia sul caso della piccola Indi Gregory, la bambina di 8 mesi affetta da una rara malattia degenerativa. L’Ospedale Bambino Gesù di Roma si è offerto di accoglierla e curarla in Italia, ma il giudice dell’Alta Corte di Londra non ha concesso il trasferimento, accogliendo invece la richiesta dei medici, ovvero quella di staccare la spina.

il caso della piccola indi gregory

Indi Gregory è affetta dalla sindrome del deperimento mitocondriale, una condizione degenerativa che impedisce ai muscoli di svilupparsi. Si tratta della stessa malattia che colpì il piccolo Charlie Gard. Tutti ricordano la sua storia, il bimbo di 11 mesi morì nel 2017, dopo che i giudici diedero l’ok per staccare la spina e rifiutarono la richiesta dell’ospedale Bambino Gesù. I medici italiani erano pronti ad accoglierlo, in accordo con i suoi genitori. La stessa proposta che ora fanno alla piccola Indi, ma per il tribunale un trasferimento in Italia complicherebbe le condizioni della piccola. Nonostante la sua mamma e il suo papà si siano mostrati d’accordo sin dall’inizio, perché, come loro stessi hanno spiegato, l’alternativa è vederla spegnersi per sempre insieme alle macchine.

il caso della piccola indi gregory

Poche ore fa, è arrivata una notizia che ha regalato un sorriso al mondo intero. Ieri i macchinari, come si era deciso, non sono stati spenti e il Governo Meloni ha concesso la cittadinanza italiana alla minore. Il Consiglio dei Ministri si è riunito per aiutare questa bambina. Una decisione che potrebbe permettere il suo trasferimento in Italia e alla piccola di continuare a sopravvivere.

Il papà della bambina ringrazia l’Italia

Gli italiani hanno dato a me e mia moglie una speranza e fiducia nell’umanità. Gli italiani hanno mostrato attenzione alle cure in modo amorevole. Sono orgoglioso che mia figlia sia italiana.

L’Italia ha applicato la legge sulla cittadinanza del 1992, che stabilisce la possibilità di concedere la cittadinanza italiana a persone straniere quando le stesse hanno reso servizi all’Italia o quando ricorre un eccezionale interesse dello Stato.

il caso della piccola indi gregory

Le parole di Giorgia Meloni sulla piccola Indi Gregory

Dicono che non ci siano molte speranze per la piccola Indi, ma fino alla fine farò quello che posso per difendere la sua vita. E per difendere il diritto della sua mamma e del suo papà a fare tutto quello che possono per lei.

La piccola Indi potrebbe avere una speranza in Italia, la sua storia riporta alla mente quella di altri due bambini, a cui sarebbe dovuto toccare lo stesso destino. Tafida Raqeeb, 5 anni: i medici volevano staccare la spina, venne trasferita al Gaslini di Genova, dove i medici riuscirono a salvarle la vita. Venne dimessa nel 2020. E il piccolo Alex Montresor: venne portato al Bambino Gesù di Roma e curato con un trapianto di cellule staminali. Anche lui era stanno condannato dalla Gran Bretagna.