Morte di Fabiola Colnaghi

Com’è morta Fabiola Colnaghi, uccisa dal figlio 24enne

Fabiola Colnaghi è morta a seguito delle botte del figlio di 24 anni. Dopo l'omicidio, il giovane ha chiamato le autorità e ha confessato tutto

Dopo l’ennesima lite, Fabiola Colnaghi è morta per mano di suo figlio Davide Garzia, 24 anni.

Morte di Fabiola Colnaghi

Il ragazzo ha allertate le forze dell’ordine e confessato subito l’omicidio. Attualmente si trova in custodia, in attesa di essere ascoltato dagli inquirenti. La drammatica vicenda è accaduta ieri, 21 aprile, nel comune di Aicurzio, in provincia di Monza e Brianza.

Davide avrebbe raccontato di aver perso il controllo dopo l’ennesima lite con la donna. Le ha dato un violento pugno sul volto, facendola cadere a terra. Poi, avrebbe continuato a picchiarla, prendendola a calci e pugni.

Morte di Fabiola Colnaghi

Fabiola è morta e quando suo figlio se ne è reso conto, ha chiamato il 112, chiedendo agli agenti di recarsi subito a casa sua. I Carabinieri, giunti sul posto, hanno trovato il corpo senza vita di Fabiola Colnaghi. Poco dopo, l’abitazione è stata raggiunta anche dalla scientifica e dai soccorritori del 118. Quest’ultimi hanno provato a soccorrere e aiutare la mamma, ma era già troppo tardi. Hanno potuto soltanto dichiarare il suo decesso.

Gli inquirenti stanno indagando per cercare di capire cosa sia davvero accaduto dentro quella casa e quale sia la ragione che abbia scatenato la rabbia di un ragazzo, che a soli 24 anni ha ucciso sua madre. Il corpo senza vita di Fabiola è in attesa di autopsia. I risultati dell’esame potranno stabilire la causa precisa della morte.

Morte di Fabiola Colnaghi

I Carabinieri vogliono anche ascoltare i familiari dell’omicida e della donna morta, per capire quali problematiche ci fossero tra i due. Davide Garzia viveva con la madre e non aveva un lavoro, nessun reato precedente. Una fedina penale pulita.

Il 24enne ha ammesso le sue colpe davanti alle autorità e sembrerebbe che abbia rivelato di soffrire di una sindrome depressiva e di essere in cura insieme alla mamma.

Al momento si trova in carcere con l’accusa di omicidio, in attesa di comparire davanti al giudice.

La comunità è sconvolta da quanto accaduto, il Primo Cittadino è intervenuto ricordando l’amicizia con Fabiola Colnaghi e spiegando di averla sempre vista felice e serena. Mai nessun segnale che potesse prevedere una tale tragedia.