Quarantena di un contatto di un positivo

Dopo 14 giorni senza sintomi, un contatto di un positivo può tornare a scuola

In Lombardia un contatto di un positivo torna a scuola dopo 14 giorni senza sintomi

Se si è un contatto di un positivo, il cui tampone ha rivelato la presenza di Coronavirus, dopo quanto tempo si può tornare a scuola? Le ultime linee guida della Regione Lombardia dicono che si può rientrare in classe dopo 14 giorni. Anche senza tampone, se non si hanno avuto sintomi della Covid-19.

Mascherina per proteggersi dal virus
Fonte Pixabay

Una nuova circolare della Regione Lombardia ha stabilito le modalità di rientro a scuola dei contatti stretti di una persona positiva al Coronavirus. A patto che non abbia avuto sintomi.

La riammissione a scuola è consentita dopo essersi sottoposti a una quarantena di 14 giorni senza la necessità di eseguire un tampone. Oppure dopo 10 giorni, se si è fatto un tampone che ha dato esito negativo, ma con il certificato del medico che attesti il possibile ritorno in aula.

Isolamento e quarantena a casa
Fonte Pixabay

Le disposizioni fanno parte della nuova circolare della direzione Welfare della Regione Lombardia, per poter ridurre i tempi di isolamento e di quarantena per tutti quei soggetti che sono contatti stretti di positivi e che non presentano sintomi.

I contatti asintomatici stretti identificati dalle Ats (Agenzia di tutela della salute) possono riprendere la vita sociale dopo la quarantena di 14 giorni dall’ultima esposizione al caso se non presentano sintomi e senza eseguire il tampone.

Studenti positivi al Coronavirus
Fonte Pixabay

Questo quello che si legge nella circolare che rende note le nuove modalità per il ritorno in classe non solo degli studenti, ma a questo punto anche dei professori. Se si esegue il tampone non sarà necessario chiedere una certificazione.

Quarantena di un contatto di un positivo
Fonte Pixabay

Rientro più facile a scuola per un contatto di un positivo

Diventa così più semplice ritornare a scuola e la circolare mira anche a ridurre le code nei centri e nelle strutture che eseguono tamponi.

Fonte YouTube Quotidiano.net

Michele Usuelli, esponente in Consiglio regionale dei Radicali, scrive:

Questa è una piccola buona novità di dettaglio. Un’informazione da fare girare tra genitori.

Rocio Oliva, ultima moglie di Diego Armando Maradona, viene bloccata alla veglia funebre

Morte Diego Armando Maradona, arrivati i primi risultati dell'autopsia

Massimo Bossetti: "Non sono io il colpevole. Yara Gambirasio non ha ottenuto giustizia"

Dalma e Giannina, le due figlie di Diego Maradona, volevano fermare l'autopsia del padre

Bimba di 10 anni morta a scuola: disposta l'autopsia su Marta Episcopo

Gli ultimi giorni e gli ultimi desideri di Diego Armando Maradona non realizzati

Scozia: il primo Paese in cui le donne hanno gli assorbenti gratis