dramma a roma

Dramma a Roma, ex modella muore dopo un intervento di liposuzione

Silvana Inserra è morta pochi giorni dopo aver subito l'intervento

Un vero e proprio dramma quello che si è verificato a Roma e che ha visto la morte di Silvana Inserra, ex modella di 47 anni. La donna, infatti, originaria di Sorrento, a febbraio 2020 si era recata in una clinica di Roma per un intervento di liposuzione. Pochi giorni dopo, però, la morte. Indagato per omicidio colposo il medico anestesista.

dramma a roma

Doveva essere un intervento di liposuzione con lo scopo di correggere alcune imperfezioni causate da un precedente intervento subìto sempre nella capitale. Invece l’operazione ha portato alla morte di un ex modella di 47 anni, Silvana Inserra. I pm hanno aperto un fascicolo per far luce sul dramma, dal momento che la donna è morta in seguito a complicanze dell’anestesia.

Il medico anestesista è ora indagato per omicidio colposo. Queste sono le parole con cui gli inquirenti descrivono la posizione dello specialista, il quale avrebbe dovuto rivelare nella sua paziente:

I segni di ripetuti episodi di brachicardia, emergenti dai tracciati e scatenati dall’effetto farmacologico.

intervento liposuzione

Dunque i pm della procura di Roma hanno aperto un fascicolo per indagare sulla morte dell’ex modella 47enne Silvana Inserra. Stando a quanto riportato dal ‘Messaggero’, le manovre di rianimazione sarebbero state tardive così come il trasferimento in pronto soccorso.

morte silvana inserra

Morte Silvana Inserra, ecco le ricostruzioni del dramma

Inoltre, stando a quanto ricostruito, l’ex modella 47enne Silvana Inserra ha subìto l’intervento di liposuzione il 4 febbraio del 2020 ed è morta sei giorni dopo aver subìto l’operazione. Le ricostruzioni affermano che l’inizio dell’intervento è avvenuto alle ore 11. Tre ore dopo, però, gli specialisti sono stati costretti a interrompere l’intervento di liposuzione per la comparsa di alcune complicanze.

morte ex modella

Si è dovuto procedere alla rianimazione a cui è seguito il trasporto della paziente, tramite ambulanza, in un ospedale dotato di rianimazione. Dunque per questo il pm richiederà il rinvio a giudizio per il medico anestesista, mentre sarà il gip a decidere se inviare il chirurgo a processo per la morte di Silvana Inserra.