tragedia Darya Dugina

Esplode la macchina sulla quale viaggiava: Darya Dugina è morta a soli 30 anni

Era la figlia del filosofo Aleksandr Dugin, Darya Dugina è morta in una violenta esplosione. Si pensa ad un attentato a suo padre

Darya Dugina è morta a soli 30 anni, dopo che la sua macchina è esplosa vicino a un villaggio di Mosca. Era la figlia di Aleksandr Dugin, il noto politilogo, filosofo e ideologo.

tragedia Darya Dugina

Padre e figlia si trovavano sullo stesso mezzo, poi l’uomo ha cambiato vettura e si sono separati lungo il tragitto per arrivare alla loro abitazione.

Per un tragico destino, l’automobile sulla quale viaggiava la figlia Darya Dugina è esplosa e per la trentenne non c’è stato nulla da fare. La notizia è stata riportata dalle testate giornalistiche russe e poi anche dal noto giornale Daily Mail. Erano appena stati ad un evento pubblico e adesso si pensa ad un attentato e che l’obiettivo fosse proprio il papà, visto che i due avrebbero dovuto viaggiare sullo stesso mezzo.

tragedia Darya Dugina

Le strazianti immagini dell’esplosione si sono diffuse sul web e in poco tempo hanno fatto il giro del mondo.

Le parole del leader della Repubblica di Donetsk dopo la morte di Darya Dugina

A commentare quanto accaduto è stato anche il leader della Repubblica di Donetsk:

I terroristi ucraini stanno cercando di eliminare Aleksandr Dugin. Sono stati loro a far saltare in aria la macchina di sua figlia. Ricorderemo per sempre Darya come una vera ragazza russa.

Il filosofo e politologo è consigliere per molti politici di Mosca e la figlia era un’opinionista del movimento Euroasiatico Internazionale guidato proprio dal suo papà. È definito oggi uno degli ispiratori di Vladimir Putin.

tragedia Darya Dugina

Oggi le sue foto diffuse sul web, lo mostrano con le mani tra i capelli, davanti all’auto in fiamme di sua figlia. Nessuno ha potuto fare nulla per salvare la vita di Darya Dugina. La trentenne è morta sul corpo.

Una vicenda straziante che sta facendo molto discutere in ogni parte del mondo. Un mondo che ormai è fatto solo di dolore, omicidi, guerre, vendette e male, tanto male.