figlio urla in piena notte

Figlio urla in piena notte, quando i genitori accorrono trovano una scena terribile

Lo spiacevole episodio accaduto ad un giovane di 13 anni che poteva costargli molto caro.

Di episodi assurdi e spaventosi se ne sentono parecchi in giro, soprattutto negli ultimi anni grazie al boom dei social. Oggi vogliamo raccontarvi di uno strano episodio accaduto ad un ragazzo 13enne che si è svegliato in piena notte in preda ad un dolore lancinante ad un braccio.

Il giovane Jamie Harrison stava dormendo tranquillamente nel suo letto quando in piena notte è stato svegliato dal dolore che arrivava pungente dall’arto.

figlio urla in piena notte
Fonte: web

Jamie non ha potuto fare a meno di urlare. Urla che hanno svegliato anche i suoi genitori. Questi una volta accorsi in camera da letto hanno notato un morso di un ragno sul braccio del giovane.

Il morso gli aveva procurato una bolla enorme e dalla ferita continuava ad uscire sangue. Appreso subito la gravità della situazione i genitori hanno trasportato Jamie al pronto soccorso dove i medici hanno emesso la terrificante diagnosi: era stato morso da una vedova nera, uno dei ragni più letali al mondo.

figlio urla piena notte morso ragno
Fonte: web

Come raccontato poi dal ragazzo le prime cure sono state abbastanza dolorose, bisognava far uscire immediatamente il veleno. “Il dottore dell’ospedale ha capito subito che si trattava di un morso di vedova nera e mi ha detto che dovevano tirar fuori tutto il pus. Ha poi usato le sue mani per spremere tutto, era così doloroso”. – ha raccontato.

Alla fine per lui nessuna conseguenza grave

figlio urla piena notte morso ragno
Fonte: web

Alla fine se l’è cavata con un ciclo di antibiotici ed una cicatrice sul braccio ma poteva andare molto peggio. Ancora inspiegabile come un ragno di quelle dimensioni possa esser entrato nella stanza da letto del ragazzo.

Per fortuna per lui dopo 3 settimane di convalescenza è potuto tornare alla vita di prima ma di sicuro non dimenticherà mai questa terribile esperienza che poteva costargli molto caro se solo i genitori non avessero avuto la prontezza di capire la gravità della situazione.