fratellini stazione

Fratellini di 3 e 6 restano da soli in stazione: la madre non ha fatto in tempo a scendere dal treno

Verona, fratellini di 3 e 6 anni sono rimasti da soli in stazione, poiché la madre era rimasta chiusa nel treno per riprendere i bagagli

Sono stati momenti di grande panico quelli che ha vissuto una giovane mamma. I suoi figli, due fratellini di 3 e 6 anni, sono rimasti da soli in stazione. Lei era risalita in treno per riprendere i bagagli, ma il convoglio è ripartito, lasciando la donna chiusa dentro e i piccoli da soli.

fratellini stazione

Per fortuna le urla della madre ed il tempestivo intervento degli agenti, hanno evitato il peggio. I bambini sono stati raggiunti dal papà e nonostante tutto, sono rimasti abbastanza tranquilli.

Dalle informazioni che ha reso note il quotidiano locale PrimaVerona, i fatti sono avvenuti intorno alle 12.30 di sabato 3 settembre. Precisamente nella stazione ferroviaria di Desenzano del Garda.

La mamma aveva appena fatto un viaggio con i suoi figli. Era scesa dal treno che da Verona porta a Brescia. Il convoglio una volta arrivato in quella stazione si era fermato per i soliti 3 minuti.

fratellini stazione

Lo scopo era proprio quello di far scendere i passeggeri e permettere loro di prendere i bagagli. La mamma proprio in quel lasso di tempo ha fatto scendere i suoi figli e lei è risalita per prendere i bagagli.

Tuttavia, proprio mentre era sul treno, le porte del mezzo le si sono chiuse in faccia e si è vista il treno partire, con i suoi figli soli in stazione. Così ha iniziato ad urlare per far capire la gravità della situazione.

L’intervento della polizia per i due fratellini soli in stazione

È proprio dal convoglio che è stato lanciato l’allarme alla polizia, per tenere i bambini in un posto sicuro. Gli agenti sono arrivati in stazione in pochissimi istanti.

La madre nel frattempo è riuscita anche ad allertare il marito, che si è recato in stazione per riprendere i figli. I due fratellini erano al sicuro insieme ai poliziotti.

fratellini stazione

Alla fine la donna è scesa alla prima stazione disponibile che era quella di Brescia ed ha atteso lì il treno che l’ha riportata a casa. I due bambini nonostante il tempo che hanno passato da soli, non sono andati nel panico e, alla vista degli agenti, erano abbastanza tranquilli.