Omicidio Giovanni Caramuscio

Giovanni Caramuscio ucciso a colpi di pistola, mentre prelevava poche centinaia di euro

L'episodio è accaduto an Lecce: due malviventi hanno aggredito e ucciso Giovanni Caramuscio sotto agli occhi di sua moglie

L’intento di rubare poche centinaia di euro. Un minimo accenno di reazione ed è scoppiata una tragedia senza fine. La vittima si chiamava Giovanni Caramuscio, aveva 69 anni ed era sceso dalla sua auto per prelevare soldi al bancomat. Due malintenzionati lo hanno fermato, ucciso e rapinato. Il tutto sotto gli occhi della moglie dell’uomo, che era rimasta in macchina ad aspettarlo.

Omicidio Giovanni Caramuscio

Una serata d’estate tranquilla. Una cena insieme ad altri amici terminata nel migliore dei modi e la voglia di andare a casa a dormire. Poi, Giovanni ha pensato di passare prima a ritirare qualche contante per il giorno dopo.

La moglie, che era in auto con lui, lo ha invitato a lasciar perdere e gli ha detto che ci avrebbero pensato l’indomani a prelevare. Ma Giovanni, quasi scherzando, le aveva detto che se lei avesse saputo farlo da sola, non ci sarebbe stato bisogno di farlo a quell’ora.

Guarda, è molto semplice. Basta inserire il bancomat e schiacciare questi tasti, il codice segreto.

Un clima disteso e sereno tra moglie e marito. Poi la sosta. La signora Anna non poteva immaginare che quelle sarebbero state le ultime parole di suo marito.

Il momento dell’omicidio di Giovanni Caramuscio

Omicidio Giovanni Caramuscio

Proprio nel momento in cui lo sportello del bancomat ha emesso i contanti, poche centinaia di euro, Giovanni Caramuscio è stato aggredito da due malviventi. Uno lo ha preso da dietro e lo ha bloccato.

Giovanni ha provato a reagire ed uno dei due rapinatori, a quel punto, ha estratto una calibro 9 ed ha sparato 5 colpi. Tre sono andati a vuoto, mentre gli altri due lo hanno colpito in pieno petto uccidendolo sul colpo.

Omicidio Giovanni Caramuscio

La moglie è subito scesa dalla macchina e si è gettata sul corpo di suo marito, con l’intento estremo di salvarlo. Tutti i tentativi, suoi e dei soccorritori giunti tempestivamente sul posto, sono però risultati vani.

Le telecamere di video sorveglianza hanno ripreso l’intera scena. Seguendo anche quelle di tutto il quartiere di Lecce, le forze dell’ordine hanno rintracciato immediatamente l’assassino. Si tratta di un 31enne di origini albanesi. Ore contate anche per l’altro complice della rapina e dell’omicidio a sangue freddo.