Giulia e Alessia Pisanu

Giulia e Alessia, l’amica dopo l’incidente a Riccione: tutte sotto choc per la morte di due brave ragazze

Tutta la comunità piange per la loro prematura scomparsa

Sul caso della morte di Giulia e Alessia, un’amica dopo l’incidente avvenuto alla stazione di Riccione, nella mattinata di domenica 31 luglio 2022, racconta dello sgomento di tutti gli amici di due brave ragazze. Sono tutti sotto choc per la scomparsa delle due sorelle che erano sempre insieme, inseparabili fino all’ultimo respiro.

Giulia e Alessia Pisanu

La comunità di Castenaso non riesce ancora a metabolizzare quanto successo alle due sorelle di 15 e 17 anni, morte travolte da un Frecciarossa, mentre alla stazione di Riccione attendevano il treno per tornare a casa, dopo una serata trascorsa insieme in riviera.

Erano due ragazze bravissime e belle, non ho parole. Ieri sera ci siamo trovati con alcuni amici per accendere lanterne con i loro nomi scritti sopra.

Nel Comune di Castenaso, in provincia di Bologna, tutti sono increduli per la morte di Giulia e Alessia Pisanu. Chi le conosceva è sotto choc per la terribile notizia. Alle agenzie di stampa che l’hanno intervistata, l’amica delle due sorelle parla con un groppo in gola per questa terribile scomparsa:

La gente non riesce a credere. La più grande era sempre a cena da noi, perché era amica di mia sorella. Mia mamma è sotto choc. Io non voglio più andare al mare a Riccione e sono incredula.

Alessia e Giulia

Giulia e Alessia, l’amica racconta il dolore di un’intera comunità che si stringe alla famiglia delle giovani vittime

La ragazza ricorda anche un altro fatto doloroso avvenuto due anni fa, che aveva sconvolto tutta la comunità. La morte di Irene Boruzzi, travolta da un’auto guidata da un giovane positivo all’alcol nel 2020, aveva scosso tutti. E ora la tragedia delle due sorelle:

Dopo Irene che è morta, questa notizia è stata scioccante. Aspettiamo tutti insieme il funerale, mi dispiace molto per il loro papà.

Gli inquirenti, intanto, continuano con le indagini. La pista più probabile rimane quella del tentativo di salvataggio di una sorella intervenuta sui binari per salvare l’altra che era seduta sul bordo.