stefania morta

Grosseto, trovata senza vita nel cortile di un condominio: la vittima è Stefania Lala, giovane madre di 40 anni

Grosseto, trovata senza vita nel cortile di un condominio: la vittima è una giovane madre chiamata Stefania Lala

Aveva solamente 40 anni Stefania Lala, la giovane mamma trovata senza vita nel cortile di un condominio a pochi passi dalla sua abitazione. Tuttavia, su cosa le è successo tutto sembra essere ancora avvolto nel mistero. Per gli inquirenti ci sono dei punti che non tornano.

stefania morta

L’episodio è avvenuto nella mattinata di venerdì 18 novembre. Precisamente in una palazzina che si trova nel quartiere Barbanella, nella città di Grosseto. In realtà lei veniva da Milano.

Il primo a trovare il corpo della donna è stato proprio un corriere, che era in quella zona per delle consegne. All’arrivo dei sanitari, per lei però non c’era ormai più nulla da fare.

Aveva il cranio fracassato, ma bisogna ancora come si sia procurata quella grave ferita. Le ipotesi sono diverse, come quella di una caduta accidentale o provocata. Il tutto potrebbe essere avvenuto anche per un ennesimo delitto.

stefania morta

Gli inquirenti ora sono a lavoro per ricostruire le sue ultime ore di vita. Poco prima aveva accompagnato i figli a scuola. Era vestita con una tuta e delle scarpe da ginnastica. In tasca però non aveva le chiavi di casa, ma solo un disegno fatto da uno dei suoi bambini.

L’ipotesi su quello che è successo a Stefania Lala

Stefania lavorava come dipendente in un supermercato della zona. Tuttavia, in quell’occasione aveva il giorno libero. Da ciò che è emerso fino ad ora, poco prima aveva accompagnato i figli di 10 e 7 anni a scuola.

Però cosa è successo nei minuti precedenti al suo decesso è ancora avvolto nel mistero. Gli inquirenti per questo, stanno cercando di capire cosa le sia accaduto e se abbia perso la vita per mano di un’altra persona.

Era separata da tempo con il marito. Viveva proprio a pochi passi dal luogo in cui hanno ritrovato il suo corpo.

stefania morta

Inoltre, la salma era a circa 4 metri dal muro del palazzo. A causa di questi dettagli, l’ipotesi è anche che potrebbe essere anche caduta dal balcone o da un terrazzo. Tuttavia, saranno solo le indagini a far luce sul triste episodio.