Harry e Meghan

Harry e Meghan, altro smacco: Re Carlo li declassa ancora

I due sono stati declassati nella gerarchia reale dopo la decisione di Re Carlo di snellire la corte.

La morte della regina Elisabetta ha riportato in auge i vecchi dissidi che ci sono tra la famiglia reale e Harry e Meghan. Il nuovo re Carlo concluse le celebrazioni per l’ultimo saluto alla adorata mamma sovrana, ha fatto un nuovo smacco nei confronti del figlio e della moglie che hanno deciso di allontanarsi dalla casa reale.

Sul sito della royal family sono stati aggiornati i titoli e i nuovi incarichi della famiglia. Ebbene Harry e Meghan sono finiti in fondo alla lista, dietro anche a reali minori.

Harry e Meghan
Fonte: web

La coppia infatti fa compagnia al nome di Principe Andrea, ormai allontanato dalla famiglia in seguito allo scandalo Epstein e sta sotto alla principessa Alexandra e il Duca e della Duchessa di Gloucester, i cugini di Elisabetta II.

Il re Carlo fin dal suo insediamento è stato molto chiaro: snellire la corte per non gravare eccessivamente sulla tasche della popolazione britannica. La sua decisione prevede che i titoli reali vengano dati solamente ai membri della famiglia che hanno un ruolo attivo nella monarchia e che rispondano ai vari doveri e alle responsabilità reali.

Cosa che invece non fanno più da alcuni anni Harry e Meghan, da quando decisero di allontanarsi dai doveri reali trasferendosi in America.

Harry e Meghan, anche i figli Archie e Lilibet privati del titolo

E nella strategia di snellimento della corte rientra anche la decisione di privare i nipoti Archie e Lilibet figli di Harry e Meghan del titolo di sua altezza reale. Sul sito della royal family notiamo infatti come siano stati prontamente modificati i titoli di William e Kate, diventati ora Principe e Principessa di Galles, mentre quelli di Archie e Lilibet non sono ancora cambiati.

In molti hanno sperato che la morte della regina Elisabetta II portasse una rappacificazione tra loro e la famiglia reale, ma a quanto pare questo non è avvenuto visto anche il declassamento sul sito.