Identificato il cadavere di Hafsa Ben Daoud

Identificato il corpo rinvenuto nell’Adda: è Hafsa Ben Daoud

Arrivata la conferma dell'autopsia e della famiglia: il corpo trovato nel fiume appartiene a Hafsa Ben Daoud

Arrivati i risultati dell’autopsia sul cadavere rinvenuto domenica mattina nel fiume Adda: è la 15enne Hafsa Ben Daoud. La giovane era scomparsa dallo scorso 1 settembre, trascinata via dalla corrente mentre faceva il bagno con sua cugina. La famiglia stava trascorrendo una tranquilla e rilassante giornata nel parco Bartesaghi a Sondrio ma è finita, purtroppo, in tragedia.

Identificato il cadavere di  Hafsa Ben Daoud
Credit: Facebook

Il padre della giovane, appreso quanto accaduto, è tornato dal suo paese d’origine, il Marocco e ha subito collaborato con le forze dell’ordine per ritrovare sua figlia. Dal giorno della scomparsa, l’uomo si è recato ogni giorno sulle rive del fiume Adda, in cerca della 15enne.

Credit video: Piero Carnini

Negli ultimi giorni, le foto del papà avevano commosso i social network. Un video in particolare, lo mostrava mentre si tuffava nelle acque del fiume Adda, alla disperata ricerca di Hafsa o anche di una minima traccia che appartenesse a lei.

Il ritrovamento del corpo di Hafsa Ben Daoud

Identificato il cadavere di Hafsa Ben Daoud
Credit: Wikipedia

Domenica mattina, due pescatori hanno visto il corpo senza vita di una ragazza, galleggiare nel fiume, nei pressi del ponte di San Pietro. Dopo aver lanciato l’allarme, sono arrivati sul posto i sommozzatori dei Vigili del Fuoco, che hanno proceduto con il recupero del cadavere.

Le probabilità che si trattasse proprio di Hafsa erano già alte, poche ore fa è arrivata la conferma da parte del medico legale e dalla famiglia, che ha identificato il corpo della 15enne.

Identificato il cadavere di Hafsa Ben Daoud
Credit: Facebook

Una tragedia che ha sconvolto l’intera comunità. Squadre di ricerca, elicotteri, volontari e tutti i membri della famiglia, avevano cercato per giorni, dall’inizio del mese, il corpo della giovane, che sembrava scomparso nel nulla.

Vedere le immagini di quel padre, che ogni giorno si tuffava nel fiume, ha toccato il cuore dell’Italia intera. Ora non dovrà più cercarla e potrà salutare il suo corpo con un ultimo addio.

DPCM con regole più restrittive in arrivo: coprifuoco nazionale?

La testimonianza di Daniele Mondello sul settimanale Giallo

Autocertificazione in Campania per gli spostamenti: cosa c'è da sapere

I medici di base lanciano un appello: "Necessario un auto lockdown"

Modena, Covid-19: focolaio al Policlinico nel reparto di neonatologia

Coronavirus: il comune di Arzano sarà zona rossa

Lutto per l'attore John Travolta: è morto il nipote Sam