Fiume Adda, trovato un corpo

Trovato un corpo nel fiume Adda: potrebbe essere la 15enne scomparsa

Recuperato un corpo nel fiume Adda, avvistato da due pescatori: potrebbe trattarsi di Hafsa Ben Daoud

La tragica scoperta è stata fatta ieri mattina da due pescatori, che hanno avvistato un corpo nel fiume Adda. Gli investigatori credono che possa essere la 15enne scomparsa, Hafsa Ben Daoud. Il cadavere galleggiava nei pressi del ponte di San Pietro. Le immagini del suo papà, negli ultimi giorni, avevano commosso il popolo del web.

Credit video: Piero Carnini

L’uomo, dalla scomparsa di sua figlia, si è recato ogni giorno sulle rive del fiume alla ricerca della 15enne.

Fiume Adda, trovato un corpo
Fonte Instagram

Un video in particolare, lo mostrava mentre si tuffava, con la speranza di trovare almeno una piccola traccia della sua amata bambina.

Una forza interiore e un coraggio, che solo un genitore riesce a comprendere.

Le ricerche del corpo nel fiume Adda

Fiume Adda, trovato un corpo
Fonte Wikipedia

Quando la 15enne è caduta nel fiume Adda, l’uomo si trovava nel suo paese d’origine, in Marocco. Dopo la tragedia, è tornato in Italia e da subito ha aiutato le autorità nelle ricerche. Non ha mai perso la speranza di trovare il suo corpo. Un uomo ha deciso di diffondere le sue immagini sui social, per cercare di sensibilizzare le persone e magari trovare qualcuno disposto ad aiutarlo.

Poi ieri, domenica 21 settembre, la tragica notizia del ritrovamento di un cadavere. Le probabilità che si tratti proprio di Hafsa Ben Daoud sono molto alte, anche se le autorità non hanno ancora dato conferme.

Come solitamente si procede in questi casi, ora sarà la famiglia a dover identificare il cadavere.

La scomparsa di Hafsa Ben Daoud

Fiume Adda, trovato un corpo
Fonte Wikipedia

Dal 2 settembre, i soccorritori hanno cercato il corpo della 15enne nel fiume Adda, ma di lei nessuna traccia. La giovane stava trascorrendo una giornata in famiglia, nel parco Bartesaghi (Sondrio). Stava facendo un bagno nel fiume con sua cugina, quando la corrente l’ha trascinata via. Da quel momento, è scomparsa nel nulla.

Task force, volontari, elicotteri, forze dell’ordine e il suo amato papà, che ogni giorno l’ha cercata con determinazione, gettandosi nelle acque.

DPCM con regole più restrittive in arrivo: coprifuoco nazionale?

Lombardia, necessaria autocertificazione per chi circola dalle 23 alle 5

La testimonianza di Daniele Mondello sul settimanale Giallo

Incidente a San Salvo Marina, Sara Amma Favia morta a 17 anni

Coronavirus: il comune di Arzano sarà zona rossa

Autocertificazione in Campania per gli spostamenti: cosa c'è da sapere

Camerota, i primi risultati dell'autopsia di Nancy Chirichiello