Il bambino prematuro più piccolo del mondo, torna a casa

ULTIM'ORA: Finalmente torna a casa il bambino prematuro più piccolo del mondo. Pesava solo 268 grammi. Nessuno ci sperava più.

Home > Attualità > Il bambino prematuro più piccolo del mondo, torna a casa

Il bambino che vedete nella foto, è il miracolo del 2019. E’ nato in Giappone, nell’agosto del 2018, ma nessun medico gli aveva dato la minima speranza. La sua mamma lo ha dato alla luce a 24 settimane di gestazione e quando è nato, pesava soltanto 268 grammi. E’ stato eletto il bambino prematuro più piccolo del mondo.

E’ stato subito messo in un’incubatrice, nel reparto di terapia intensiva. Tutti, medici, infermieri e i suoi genitori, erano consapevoli del fatto che il piccolo non sarebbe arrivato al giorno successivo, ma invece questo grande guerriero ha dimostrato a tutti che si sbagliavano, perché lui voleva vivere! E’ rimasto in ospedale, in quella incubatrice, per cinque lunghi mesi. Pochi giorni fa, dopo aver raggiunto un peso di 3,2 chilogrammi, è accaduto quello che nessuno avrebbe mai immaginato. Il bambino più piccolo del mondo, ha lasciato l’ospedale universitario di Keio (Tokyo) ed è andato a casa, con la sua mamma e il suo papà. La mamma è stata costretta a partorire così presto, poiché i medici si sono accorti che suo figlio non cresceva più. “Io e mio marito ci eravamo già abituati all’idea di perderlo. Un miracolo? Di certo la sua fortuna è stata nascere in Giappone, il Paese al mondo con la mortalità infantile più bassa nei casi di bimbi nati prematuri”, ha dichiarato la sua mamma qualche giorno fa durante un’intervista. Come riporta il Tgcom, anche il primario dell’ospedale in cui è nato, il dottor Takeshi Arimitsu, ha dichiarato: “Questo caso mostra come anche i bambini più piccoli possono diventare sani e vigorosi”.

Vedere la sua fotto appena nato, ci fa davvero stringere il cuore, ma vederlo oggi, dopo cinque mesi, è indescrivibile!

Questa storia ci insegna che non bisogna mai perdere la speranza, perché i miracoli avvengono davvero!

Buona fortuna piccolo!

Leggete anche: Bambino di sei anni coccola il suo fratellino prematuro, con il contatto pelle a pelle