ryan nonno

Il nonno acquisito del piccolo Ryan, accusato di averlo percosso, rompe il silenzio: nega l’accusa

Il nonno acquisito del piccolo Ryan, ha rotto il silenzio davanti alle telecamere del programma La Vita in Diretta

Ha deciso di rompere il silenzio Luigi C., il nonno acquisito del piccolo Ryan, il bimbo di soli 6 anni percosso e ridotto in fin di vita. Il signore nega ogni accusa e dice non averlo mai toccato. In un’intervista ha spiegato che non sa ancora cosa gli sia successo.

ryan nonno
CREDIT: LA VITA IN DIRETTA

Per fortuna il bambino sta facendo dei miglioramenti e poco alla volta, si sta riprendendo. I genitori sono sempre al suo fianco, dal momento del ricovero e non lo lasciano mai solo.

Una delle inviate del programma che va in onda su Rai Uno, La Vita in Diretta, è riuscita ad intervistare proprio il compagno della nonna. Quest’ultimo però, ha negato ogni accusa. Nell’intervista ha detto:

No io non l’ho picchiato. Si mi è caduta questa tenda qua e basta, mi è caduta e l’ho sistemata, io non l’ho picchiato. Non li ho mai toccati questi bambini, li ho cresciuti io, come faccio a fargli del male?

ryan nonno

Mi dica lei come faccio io a far del male a questi bambini. Questo bimbo era la mia vita e tutti lo sanno. Non credo che è stata Antonia, non lo so, io non credo che è stata Antonia.

La triste vicenda del piccolo Ryan

I genitori di Ryan, lo scorso 19 dicembre dovevano lavorare e il piccolo non stava molto bene, aveva la febbre. Per questo hanno deciso di affidarli alla nonna paterna. Lo facevano spesso e non era mai accaduto nulla.

Tuttavia, è proprio intorno all’ora di pranzo che bimbo è stato trovato esanime nel cortile del condominio. Quando la nonna ed il compagno lo hanno portato dal papà, gli hanno detto che forse lo aveva investito un’auto pirata.

Questa ipotesi però, non ha mai convinto le forze dell’ordine. È solo pochi giorni dopo che il nonno acquisito, in un interrogatorio con gli agenti, ha confessato la triste verità.

ryan nonno

Dal suo racconto ha detto che ha picchiato il bambino, usando anche il bastone di una tenda. Sul movente ci sono ancora troppi dubbi, ma lui ha detto che lo ha fatto perché gli stava dando fastidio mentre lui stava spostando i mobili.