Pantelleria incendio

Incendio Pantelleria, Vip fuggono sulla barca di Giorgio Armani: lo stilista rimane in silenzio

Durante l'incendio nell'Isola di Pantelleria, Giorgia Armani ha accolto molti turisti e Vip nella sua barca

Il giorno 17 agosto, nell’Isola di Pantelleria, un terribile incendio ha sconvolto tutta la comunità distruggendo parte della vegetazione. Alla luce del terribile episodio numerosi turisti e personaggi famosi sono stati costretti a fuggire. Alcuni Vip si sono rifuggiati nella barca di Giorgio Armani. Scopriamo insieme cosa è successo nel dettaglio.

Pantelleria incendio

Nel corso degli ultimi giorni un incendio doloso ha colpito la meravigliosa Isola di Pantelleria. Il triste episodio è avvenuto nel tardo pomeriggio di mercoledì 17 agosto causando seri danni a numerosi abitanti e turisti. Nella località siciliana erano presenti anche numerosi Vip i quali stavano trascorrendo le vacanza estive.

Tra i personaggi famosi c’era anche Giorgio Armani il quale ha accolto alcune vittime dell’incendio nella sua barca. Lo stilista è stato uno dei primi ad accorgersi della fiamme e ad avvisare le forze dell’ordine. Tuttavia, stando a quanto riporta la “Repubblica”:

Si è chiuso in un profondo silenzio, addolorato per quanto accaduto in una terra che ama.

Anche la giornalista e conduttrice Myrta Merlino era presente nella località siciliana. La donna ha raccontato sui social la terribile esperienza che sta vivendo. Queste sono state le sue parole:

Ci siamo sentiti disperati e impotenti davanti a quelle fiamme. Abbiamo visto le fiamme mangiare la collina sotto i nostri occhi… Gadir è uno dei luoghi più belli e verdi dell’isola. Siamo scappati, abbiamo avuto appena il tempo di prendere il portafogli e gli smartphone. Ho fatto non so quante telefonate a Roma per segnalare quanto stava accadendo.

La Merlino e suo marito Marco Tardelli si sono rifugiati nella barca di Giorgio Armani. A raccontare l’accaduto è stato anche Claudio Santamaria, il quale si trovava sul posto insieme alla moglie Francesca Barra e i loro figli. L’uomo ha raccontato su Instagram:

Noi stiamo bene, ma siamo in pensiero per i residenti, i turisti, per tutti coloro che stanno lasciando le proprie abitazioni, costretti alla fuga per le fiamme provocate da un (o più ) piromane. Questo è un crimine.