Jaime Restrepo ucciso

Jaime Restrepo, ciclista colombiano, freddato in un agguato

Due uomini a bordo di una motocicletta hanno affiancato Jaime Restrepo e lo hanno freddato con diversi colpi di pistola

Una notizia che ha sconvolto il mondo intero dello sport, in particolare quello del ciclismo. Jaime Restrepo, promessa del ciclismo colombiano e mondiale, è stato ucciso a soli 25 anni in un agguato messo in atto da due uomini in sella ad una moto, che lo hanno raggiunto e freddato a colpi di pistola. Uno dei due assassini è già stato fermato e arrestato.

Jaime Restrepo ucciso

Un periodo particolarmente drammatico per il mondo dello sport. Solo qualche giorno fa si erano apprese le notizie delle morti assurde di Jody Lukoki e Adreian Payne.

Il primo, un calciatore congolese ma naturalizzato olandese, è morto per un arresto cardiaco a soli 31 anni. Era arrivato in ospedale il giorno prima in preda a forti dolori, causati dalle percosse che alcuni membri della sua famiglia gli avevano perpetrato.

Il secondo, ex promessa e giocatore di basket, con diverse presenza anche in NBA, ha perso la vita dopo essere rimasto coinvolto in una sparatoria.

Quello che ha spezzato la vita al giovane ciclista colombiano Jaime Restrepo, invece, sembrerebbe essere stato proprio un agguato. Il tutto si è verificato nel week end scorso a Ciudad Bolivar, nel Nord-Ovest della Colombia.

Per Jaime Restrepo non c’è stato nulla da fare

Jaime Restrepo ucciso

Stando a quanto riportato, sembrerebbe che due uomini, a bordo di una motocicletta, abbiano rintracciato il ciclista, lo abbiano affiancato e gli abbiano scaricato addosso diversi colpi di pistola, per poi dileguarsi nel nulla.

Jaime è crollato a terra in un lago di sangue e nonostante l’intervento dei soccorritori sia stato tempestivo, per lui non c’è stato nulla da fare.

La Polizia colombiana ha subito avviato le ricerche dei responsabili dell’omicidio, rintracciandone e arrestandone uno poco dopo il fatto. Si tratta di un uomo di 38 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, che era in possesso di una pistola utilizzata nell’agguato.

Jaime Restrepo ucciso

La carriera di Restrepo, fino a qualche anno fa, sembrava poter decollare verso un successo incredibile. Ai mondiali Juniores in Corea nel 2014 di inseguimento a squadre, aveva vinto la medaglia d’argento.

Successivamente aveva conquistato il titolo di campione panamericano di cronometro giovanile. Nell’ultimo anno si era allenato da solo, in attesa di una squadra che lo mettesse sotto contratto.