morte due turiste belghe

La giustificazione dell’uomo che ha investito ed ucciso le due turiste a Roma

Il pirata della strada, che ha investito ed ucciso le due turiste a Roma, dichiara di non ricordare nulla: "La mia vita è finita"

F.M. l’uomo arrestato per il decesso delle due turiste a Roma, ha dichiarato di avere dei vuoti di memoria e di essere fuggito via perché era senza patente ed era convinto di essersi scontrato contro un’altra auto.

morte due turiste belghe

La triste vicenda è accaduta pochi giorni fa a Roma. Due turiste belghe, Jessy Dewildeman e Wibe Bijls, erano arrivate alla capitale per una vacanza. Mentre si dirigevano al loro hotel, a bordo di una vettura affittata, hanno notato un sinistro con dei feriti. Così, si sono fermate e sono scese per prestare soccorso a chi aveva bisogno. Un gesto altruista e pieno d’amore, che è costato loro la vita.

Dopo essere scese dal mezzo, un pirata della strada le ha investite e, dopo un volo di diversi metri, hanno perso la vita sul colpo.

morte due turiste belghe

L’uomo, già conosciuto alle forze dell’ordine, è fuggito via, senza preoccuparsi delle condizioni di salute delle due ragazze. Le forze dell’ordine lo hanno rintracciato ed arrestato. F.M. ha dichiarato di non avere la patente e che non ricorda con precisione cosa sia accaduto in quei momenti.

La mia vita è finita. Non ricordo cosa sia accaduto, ho dei vuoti di memoria sicuramente ho fatto la spesa perché avevo le buste in macchina.

La testata giornalistica La Repubblica, parla di un uomo con precedenti penali, già noto alle forze dell’ordine e con dipendenza da eroina.

Sono scappato perché non ho la patente e sarei finito nei guai, non sapevo di aver fatto del male a qualcuno.

morte due turiste belghe

Oggi si trova in prigione, con l’accusa di delitto stradale di due giovani ragazze. Secondo le ultime informazione emerse, Wibe Bijls era anche incinta di poche settimane. In Belgio era molto conosciuta, era una nota chef televisiva con tanti sogni nel cassetto. Così come l’amica Jessy Dewildeman, che amava viaggiare e documentare tutto sui social. Aspettavano da tempo quella vacanza a Roma, insieme.