La vita in diretta su Anna Corona

La vita in diretta ha contattato la Procura per sapere la verità su Anna Corona e Giuseppe Della Chiave

Anna Corona e Giuseppe Della Chiave nel registro degli indagati: come risponde la Procura a La vita in diretta

L’inviata della trasmissione La vita in diretta, ha cercato di scoprire se la notizia che Anna Corona e Giuseppe Della Chiave siano finiti nel registro degli indagati della Procura, sia vera.

La vita in diretta su Anna Corona
Credit: La vita in diretta

La giornalista ha telefonato al legale della stessa ex moglie di Piero Pulizzi, il papà naturale della piccola Denise Pipitone. L’avvocato ha però spiegato che a loro non risulta affatto che siano state aperte delle indagini sulla propria assistita e che non hanno ricevuto nessun annuncio di garanzia da parte della Procura. Per questo hanno chiesto alla stessa dei chiarimenti e sono in attesa di una risposta. Anna Corona, a detta del suo legale, è serena.

Il conduttore Alberto Matano ha poi spiegato che la stessa inviata della trasmissione ha cercato di parlare con il Procuratore capo, ma non è riuscita a ricevere commenti sulla notizia. Ciò che è certo, è che la Procura non ha intenzione di commettere lo stesso errore di 17 anni fa e non lascia trapelare nulla sulla vicenda.

La vita in diretta su Anna Corona
Credit: La vita in diretta

Abbiamo chiamato in Procura. Il Procuratore non vuole commettere uno degli errori commessi 17 anni fa. No fuga di notizie, no dettagli non necessari a questo racconto. Quindi nessun commento. Nessuna delle informazioni che stanno venendo fuori da interviste o notizie date dalle televisioni sono commentate minimamente dalla Procura. Stanno lavorando in silenzio, perché il silenzio è necessario per arrivare alla verità.

Anna Corona indagata? Nessuna prova certa

La vita in diretta su Anna Corona

Nessuna prova certa, quindi, che Anna Corona e Giuseppe Della Chiave siano finiti nel registro degli indagati della Procura. Una notizia che è trapelata in diretta tv durante l’ultima puntata della trasmissione Quarto Grado. Giacomo Frazzitta e Piera Maggio, così come gli indagati e i loro legali, hanno appreso la notizia da Rete 4 e i commenti non sono mancati.

Notizie del genere non dovrebbero essere diffuse dalla tv e soprattutto non dovrebbero trapelare in nessun modo.