Marcello Toscano assassinato scuola media Napoli

Marcello Toscano: fermato il custode della scuola media Guarano

Fermato nella notte il custode della scuola media Guarano di Melito, accusato dell'omicidio di Marcello Toscano: ancora ignoto il movente

Il caso del ritrovamento del corpo senza vita di Marcello Toscano, insegnante di sostegno nel napoletano, ieri ha scosso una Regione intera, la Campania. Nelle 24 ore successive le indagini dei Carabinieri, coordinati dalla Procura di Napoli, hanno portato al fermo del custode dells scuola media di Melito in cui il professore lavorava. Ancora ignoto il movente del delitto.

Marcello Toscano assassinato scuola media Napoli

Ricostruzione dei fatti. La famiglia Toscano, nel tardo pomeriggio dell’altro ieri, martedì 27 settembre, ha denunciato la scomparsa di Marcello, 64enne insegnate di sostegno ed ex consigliere comunale.

Le ricerche si sono interrotte nella stessa serata, quando il figlio dell’uomo e i Carabinieri hanno rinvenuto il suo corpo, ormai esanime, nel cortile della scuola media Guarano a Melito, l’istituto in cui lo stesso Toscano lavorava.

Marcello Toscano assassinato scuola media Napoli

Sulle cause del decesso non ci sono praticamente stati mai dubbi. Il corpo infatti era nascosto dietro ad un cespuglio e visibilmente insanguinato. Nell’addome, poi, le ferite di diversi fendenti inferti con un’arma da taglio.

Da subito i militari dell’arma hanno avviato le indagini, concentrandosi sui nastri delle telecamere di video sorveglianza di tutta la zona.

Fermato il presunto responsabile del delitto di Marcello Toscano

Oltre alla visione delle immagini delle telecamere, i Carabinieri hanno ascoltato tutti i possibili testimoni, concentrandosi naturalmente su chi, in quel cortile, potesse avere un più facile accesso, quindi il personale scolastico.

Pochissime ore e si è arrivati ad indicare come presunto responsabile un uomo solo, il custode e bidello dell’istituto scolastico.

Stando a quanto riportato, a far arrivare gli inquirenti alla svolta decisiva, delle macchie di sangue della vittima rinvenute sulle scale dell’ex abitazione del custode, oggi adibita a magazzino, situata proprio nella zona della scuola.

L’uomo, presunto responsabile del delitto di Marcello Toscano, è stato quindi fermato con l’accusa di omicidio volontario e trasferito già nella notte nel carcere partenopeo di Poggio Reale.

Marcello Toscano assassinato scuola media Napoli

Ora si attende l’udienza di convalida dalla procura, coordinata dalla pm di turno Maria Antonietta Troncone.

Nelle prossime ore le indagini andranno avanti e si cercherà di capire quale sia stato il movente che ha spinto il custode a togliere la vita al professore di sostegno. Seguiranno aggiornamenti.