Mattia Maestri paziente 1 Iron Man

Mattia Maestri, il paziente 1, pronto per partecipare ad Iron Man 2022

"Dopo il Covid mi è venuta ancora più voglia di mettermi alla prova": Mattia Maestri, il paziente 1 di Codogno, parteciperà ad Iron Man 2022

È stato l’uomo simbolo della pandemia. Il “paziente 1”, così è stato soprannominato nel febbraio del 2020 Mattia Maestri, quando un malessere allora sconosciuto si stava affacciando in Italia per la prima volta, attraverso di lui appunto. Oggi, il 40enne di Codogno ha ripreso in mano la sua vita ed ha deciso di affrontare di sua spontanea volontà un altro tipo di sfida.

Mattia Maestri paziente 1 Iron Man

Non avrebbe mai immaginato, Mattia, che il suo nome sarebbe diventato un simbolo per un paese intero. Nel febbraio del 2020 una febbre lo aveva costretto ad andare al pronto soccorso.

La prima diagnosi era stata polmonite, ma col passare dei giorni i medicinali non funzionavano e, nel frattempo, si erano ammalati anche la sua compagna (allora incinta) e i suoi genitori (suo papà non ce l’ha fatta).

Pochi giorni e ciò che si sperava non fosse, in realtà alla fine è stato. Contagio da Coronavirus. Il primo in Italia. Da qui l’appellativo di Paziente 1.

Settimane di ansia e paura. Perché praticamente nessuno sapeva ancora come gestire la situazione.

Fortunatamente tutto si è risolto per il meglio. Mattia, Valentina e la piccola Giulia, che nel frattempo è venuta al mondo, hanno superato questo ostacolo incognito e si sono ripresi al meglio.

Una nuova sfida per Mattia Maestri

Mattia Maestri paziente 1 Iron Man

Dopo quell’esperienza, che Mattia Maestri ha raccontato in diverse occasioni nel corso degli ultimi due anni, il 40 enne ha cambiato punto di vista su molte cose.

Ho imparato a resistere, a credere nella differenza tra fiducia e utopia, a considerare essenziale ogni instante di normalità“.

Così aveva raccontato poche settimane dopo la guarigione. Oggi, però, Mattia ha deciso di fare qualcosa che di “normale” non ha molto.

È tornato a coltivare i suoi hobby, lo sport soprattutto. Appassionato di Triathlon da sempre, ha trascorso l’ultimo anno ad allenarsi per affrontare la gara più dura di tutte, l’Iron Man 2022.

Mattia Maestri paziente 1 Iron Man

4 km di nuoto in mare, 180 km in bicicletta e una maratona completa di oltre 42 km. Tutto in rapida successione, senza fermarsi, per quella che è considerata una tra le gare più dure del mondo.

Il prossimo 15 settembre Mattia a Cervia, per l’edizione del 2022, ci sarà. Intervistato da La Repubblica, ha detto:

Sono sempre stato appassionato di sport e da tanto tempo avevo il pallino di partecipare ad Iron Man. È una gara che prevede un impegno non indifferente, è il tipo di triathlon più lungo e faticoso, non è uno scherzo. Ma dopo il Covid mi è venuta ancora più voglia di farlo. Di mettermi alla prova.